MUTTI

«Palermo? Il fattore campo deve
tornare ad essere determinante»

«Palermo? Il fattore campo deve tornare ad essere determinante»



Tecnico del Palermo nel 2001/2002 e nel 2011/2012, Bortolo Mutti è attualmente in cerca di una nuova avventura.

 

Intervistato dalla Gazzetta dello Sport, l’ex tecnico rosanero ha parlato del pareggio del Palermo con il Livorno:

 

«Gara giocata bene da entrambe e pari giusto. Il Livorno è in crescita, mentre dispiace per il Palermo: forse la pressione di dover vincere contro l’ultima e qualche problema di formazione hanno creato fastidi. Ma la serie positiva s’allunga e la continuità in B paga».

 

ATTEGGIAMENTO

«Se è stato l’atteggiamento mentale a pesare? Credo proprio di sì, per il Livorno tutto quello che succedeva di positivo era guadagnato, per i toscani era più importante la sfida col Foggia. Il Palermo ha qualche problema in casa: è la seconda partita di fila che pareggia al Barbera. Il fattore campo deve tornare a essere determinante, serve entusiasmo e l’ambiente deve stringersi vicino alla rosa, sperando pure più chiarezza a livello societario».

 

PALERMO FAVORITO PER LA PROMOZIONE  

«Con Benevento e Verona metto il Palermo tra le più attrezzate e i rosanero hanno il vantaggio che queste due squadre hanno un po’perso il passo. E poi il Palermo è una squadra navigata, con nazionali e anche camaleontica e per questo il merito è di Stellone che sa gestire bene questo gruppo».

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!


 

ALTRI ARTICOLI

 

• IL SILENZIO CHE FA RUMORE

 

• GDS - PALERMO, GOODBYE JAMES: SHEEHAN FUORI DAL GRUPPO INGLESE

 

• PALERMO, C'ERA UNA VOLTA L'EFFETTO "BARBERA"

 

• QUEL POCO CHE SAPPIAMO DI JAKE LEE, COLLABORATORE DI RICHARDSON

 

• COSA HANNO COMUNICATO SPORT CAPITAL E FINANCIAL INNOVATIONS

 

• PALERMO, CHI È DEAN HOLDSWORTH, IL NUOVO CONSULENTE DI RICHARDSON

 

• TUTTAPPOSTO VAI TRANQUILLO






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *