RADIO MERCATO

Palermo, idea Felici e per
l'attacco si pensa a Giovinco

Palermo, idea Felici e per l'attacco si pensa a Giovinco



Mentre la squadra continua a faticare sul manto erboso all’ombra delle Madonie la dirigenza persiste nell’attività di completamento della rosa.

L’intento è quello di scovare un diciottenne all’altezza, visto che il regolamento imporrà a mister Pergolizzi di schierarne almeno uno. In tal senso il profilo individuato dovrebbe essere - come riportato stamane da Il Giornale di Sicilia in edicola - quello di Mattia Felici.

Preso in prestito dalla scuola calcio romana Tor Tre Teste dal Lecce (con cui ha esordito lo scorso anno in serie B), per il trequartista sarebbe scattato il semaforo verde in direzione Palermo.

 

Diverse società di serie C hanno seguito le gesta di Felici messosi in mostra durante il ritiro dei salentini dove il tecnico Liverani sta preparando il prossimo torneo di serie A.

Ma l’attività meticolosa del duo Sagramola - Castagnini non si ferma qui. Di fatto, l’obiettivo dei due dirigenti, sarebbe quello di regalare al tecnico Pergolizzi un altro tassello offensivo di alto livello.

In questa direzione - secondo sempre il quotidiano -  si inserisce il nome di Giovinco Giuseppe, fratello del più conosciuto Sebastian, di proprietà dell’Imolese. Sul ragazzo si registrano interessamenti di Cesena e Francavilla.

 

E ancora… I plenipotenziari rosanero sarebbero alla ricerca di un altro attaccante centrale da affiancare al bomber Ricciardo o quanto meno che potrebbe far rifiatare lo stesso durante l’arco della stagione: il profilo è sempre quello di un attaccante di categoria superiore rispetto alla quarta serie.

Infine, l’esperimento di Ferrante sulla fascia sinistra da terzino sarebbe svanito sicché si cerca un under per poter rimpinguare quella zona del campo che attualmente vede il solo Vaccaro.

La squadra del nuovo corso è praticamente allestita mancano soltanto quei due tasselli in grado di permettere alla rosa attuale quel salto di qualità decisivo per affrontare con più certezze la nuova stagione.

In tal senso Sagramola e Castagnini sono pronti a piazzare il colpo, basta soltanto attendere.






10 commenti

  1. aldo barone 271 giorni fa

    Scusate, ma sbaglio o non vedo il nome del calciatore sulla maglia, o magari e cosi piccolo o in posto dove non lo vedo, mi potete spiegare la ragione? Forse e' una cosa della serie D, oppure non si usa mettere il nome sulla maglia anche negli altri campionati di altre serie? Non c'e' piu spazio perche' ogni centimetro e' occupato dalgli sponsors? Ma come come si puo' pretendere un buon rendimento dal giocatore se non ha il proprio nome sulla maglia, pensate veramente che possa solo giocare per la gloria della maglia, dato che non viene pagato neppure?

  2. Ehhhhhhhhhhhhhhh 19/08/2019

    Qualcuno dimentica che siamo nei dilettanti e che non ci sono stipendi, ma rimborsi spese ... Il giocatore bandiera (il più pagato) non può percepire più di 60mila euro. Fatevelo entrare 'nta capa ...

  3. Benedetto 19/08/2019

    Molti parlano.... Senza nemmeno sapere che la serie D è una categoria molto particolare.... Siamo nei dilettanti... I giocatori che possiamo prendere questi sono.... Anzi qualcuno famoso lo abbiamo preso...

  4. Francesco 70 19/08/2019

    Infatti Angelo,ho guardato anche io, e tra l'altro se provate a leggere i nomi dei calciatori delle nostre rivali di quest'anno nessuna ha dentro chissà quali campioni,stiamo parlando sempre di dilettanti.Anzi il Palermo avrà in rosa gente importante per la categoria,tra i migliori,uno su tutti Ricciardo,capocannoniere con il Cesena l'anno passato,una garanzia...Dal prossimo campionato,l'investimento sarà maggiore di quasi 5volte,e si comincerà a fare sul serio.Adesso è fondamentale vincere.

  5. Angelo 19/08/2019

    L'anno scorso il Bari ha formato la rosa con soli svincolati e prestiti. Paolo, vai a controllare.

  6. Paolo 19/08/2019

    Ma che c'entra, se vuoi prendere un giocatore importante di categoria superiore lo puoi fare, basta uscire i soldi come ha fatto il Bari l'anno scorso. Eì vero siamo in serie D ma siamo il Palermo è non ci possono essere dubbi sul fatto che il Palermo deve ottenere la promozione senza problemi, guai a fallire la promozione sarebbe una catastrofe.

  7. Francesco 70 19/08/2019

    E se vi andate a leggere la rosa del tanto decantato Bari di De Laurentis dell'anno scorso,a parte qualche nome più blasonato,tutto il resto era fatto di sconosciuti.Ne più ne meno,quello che si sta facendo adesso a Palermo.E se confermata l'indiscrezione,potrebbe in settimana firmare anche Lafferty,grande attaccante,cacciato in malo modo da Zamparini,a suo dire destabilizzava lo spogliatoio...Per il campionato che andremo ad affrontare,la rosa già adesso è più che importante....

  8. Uno, Nessuno e Centomila 19/08/2019

    Occhio al Licata. Ha costruito un'ottima squadra di categoria. E punta alla promozione. Ce lo troveremo di certo tra i piedi fino alla fine.

  9. Ciaparàt 19/08/2019

    Forse non hai capito ancora dove dovremo giocare. Siamo in Serie D, cioè a dire nel campionato dilettanti. D I L E T T A N T I. Cosa significa? Semplice: che una buona metà dei giocatori non percepirà più di 10.000 euro annui (non si chiama neppure stipendio la retribuzione dei calciatori) e l'altra metà non supererà i 35.000. Diciamo, quindi, che la rosa complessivamente non costerà (a livello stipendi) più di 400-450mila euro. Quanto agli Under18, non possiedi neppure il loro cartellino (perché per regolamento FIGC non l'hanno neppure). E certo che la Società cerca svincolati ...

  10. Paolo 19/08/2019

    Tutti svincolati hanno preso, ma non avevano detto di avere un badget di 1,5 milioni per la serie D? Questo Giovinco nell'ultimo campionato ha fatto 0 gol.....

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *