PARLA HOLDSWORTH

«Ci hanno bloccato il mercato,
proposti nomi importanti»

«Ci hanno bloccato il mercato, proposti nomi importanti»



Dopo il comunicato di Clive Richardson per conto di Global Futures Sport parla anche Dean Holdsworth. L'ex consulente del Palermo, attraverso un comunicato, ha dato la sua versione dei fatti sul caos che si è creato in questi giorni attorno al club rosanero, puntualizzando quanto successo soprattutto negli ultimi giorni di calciomercato. 

 

Ecco il comunicato di Holdsworth:

 

“È con profondo rammarico che è stata risolta la mia consulenza con Palermo Fc, e ora potrebbe sfociare in azioni legali.

 

Nonostante i nostri sforzi per agire su fatti e cifre che ci sono stati dati, prima dell’acquisizione, nonostante un rapporto dettagliato di punti chiave per l’azione, è chiaro che non ci fosse unità d’intenti e non si è mai intervenuti. Come consulente, è importante che le persone che operano nell’ambito del club offrano chiarezza nei fatti e non soltanto a parole. Tuttavia, è con dispiacere che facciamo una dichiarazione perché c’è davvero tanto potenziale nel club grazie ai tifosi in tutto il mondo.

 

Per essere chiari, abbiamo lavorato a lungo, parlando con club e manager e proponendo nuovi giocatori da tesserare. Questa azione è stata bloccata, erano stati selezionati giocatori importanti e attaccanti della Premier League. La necessità di ulteriori obiettivi è stata sottolineata nel mio incontro con l’allenatore. Questi giocatori sono stati bloccati negli ultimi 2 giorni di calciomercato. Giocatori che avrebbero potuto aiutare il Palermo a raggiungere la promozione in Serie A. Desidero dichiarare che non ho mai avuto problemi con il signor Foschi o con chiunque nel club in qualsiasi momento, nonostante le barriere linguistiche. Ho trovato l’allenatore e il suo staff molto disponibili e brava gente che vuole solo lavorare insieme, come una squadra. In momenti come questo, l’allenatore, il suo staff, i giocatori e i tifosi soffrono senza chiarezza di informazioni e a volte la verità, vorrei essere chiaro, è che abbiamo fatto tutto il possibile per aiutare il club ad andare avanti.

 

Purtroppo alcuni dei dettagli che mi sono stati forniti lungo questo processo sono, a mio parere, scandalosi. Sono sicuro che nel prossimo futuro e dopo una consulenza legale, senza nessun accordo di non divulgazione, se ci verrà richiesto di dare ulteriori informazioni su questa esperienza per proteggere i nostri progetti di due diligence, lo faremo. Sia detto, speriamo che questa questione possa essere risolta in maniera civile.

 

In questa situazione agiamo nell’interesse dei nostri clienti e investitori, non dei venditori. Auguro ai tifosi del Palermo, all'allenatore e ai giocatori molto successo in questo momento difficile".






2 commenti

  1. Anarchico 14 giorni fa

    Qui si parla di Guidolin, nomi importanti di premier ma con quali soldi avrebbero pagato ste persone?

  2. Aggregazione galattica lame rotanti 15 giorni fa

    Please, Zampy, just come back.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *