LE MOTIVAZIONI

GDS - Vecchio Palermo, Giammarva
e l'inganno alla Covisoc

GDS - Vecchio Palermo, Giammarva e l'inganno alla Covisoc



«L’imputato Giovanni Giammarva era consapevole della falsa rappresentazione patrimoniale della Us Città di Palermo e nella veste di presidente del Palermo Calcio ha contribuito alla commissione del reato»: queste sono le motivazioni alla base della condanna di 8 mesi e 10 giorni all'ex presidente dell'US Città di Palermo Giovanni Giammarva, accusato di aver alterato il corretto svolgimento della proceduta pre-fallimentare della società rosanero. 

 

Come si legge nel Giornale di Sicilia in una ventina di pagine il giudice Michele Guarnotta ha illustrato le motivazioni alla base della condanna all'ex numero uno dei rosa e all'assoluzione dei due sindaci Andrea Favatella e Michele Vendrame. Secondo i pm Giammarva, presidente del Palermo nel periodo fra il 2017 e il 2018, non poteva non capire i presunti trucchi messi in atto da Maurizio Zamparini, vero dominus della società, per ingannare la commissione di vigilanza. Secondo l'accusa il fallimento del vecchio Palermo sarebbe legato ad alcune operazioni fra Mepal e Alyssa per far figurare un credito di 40 milioni in realtà inesistente. Nei dieci mesi di presidenza quindi, stando a quanto riportato, Giammarva sarebbe stato in tutto e per tutto complice del piano per ingannare la Covisoc. 





7 commenti

  1. Tifoso 21 giorni fa

    Sapete che non mi entusiasma la disputa tra zampariniani e antizampariniani. È stato il presidente che ci ha condotto al fallimento come in precedenza ci ha fatto gioire per le tante vittorie. Il mio bersaglio sportivo rimarranno sempre covisoc e Figc. La prima ha sempre avallato e accompagnato le operazioni di Giammarva. La seconda ha avallato l'ingresso dei TUTTOLOMONDO definendoli solidi seri e affidabili . Di giustizia ordinaria non ne parlo più. Meglio stendere un velo pietoso dopo i fatti di Catania culminati con l'incredibile iscrizione al campionato. Pazzesco.

  2. Blackmamba 21 giorni fa

    Il fatto che altri rubano non giustifica le truffe criminogene perpetrate dall'arrestato. Se trascinato e convinto anche quest'altro, che pensava di potere raggiare a suo piacimento come fanno tanti le leggi, perdendoci faccia e carriera per denaro e delirio di impunità. Manca però all'appello l'albanese di tirana che garantiva per tutti...

  3. chi non salta è zamparini 21 giorni fa

    Il Master Troll, aggregatore del nulla, seguita a difendere un indifendibile come il suo padrone MZ, il peggior presidente del Palermo il giudizio sul quale, da parte della corte di cas. (sez III) è scolpito indelebilmente come una iscrizione in pietra.Ci sarà la condanna (anche) da parte della Giustizia civile.Lo sappiano i troll.L'US Città di Palermo è leggendaria per essere diventata cabaret dal 2011 al 2019.MZ era fastidioso forse per il tono della sua voce, poiché in quanto a contenuti e a presunte battaglie contro la corruzione è l'ennesima panzana complottista di un manipolo di troll.

  4. Aggregazione galattica lame rotanti 22 giorni fa

    I conti della leggendaria U. S. Città di Palermo erano certamente più in ordine di molte altre società di Serie A, soprattutto di quelle più blasonate. Ma Zamparini era fastidioso, umorale e soprattutto non si piegò mai alla corruzione arbitrale che esplose in tutta la sua evidenza con Calciopoli. Per questo motivo è stato affondato.

  5. Mau49 22 giorni fa

    Vittima del peggior presidente della storia del Palermo, in assoluto

  6. Francesco 70 22 giorni fa

    Però sarebbe il caso che qualcuno si prendesse cura di fare controlli specifici a tutte le società,comprese quelle blasonate,e chissà cosa verrebbe fuori.Zamparini ha sbagliato tutto,ma era stato preso di mira,quindi l'hanno fatto affondare.Non è una difesa nei confronti del Friulano,ma come Zamparini nel calcio chissà quanti ce ne sono.

  7. Tifoso 22 giorni fa

    Quindi Giammarva sarebbe stato talmente diabolico da ingannare coloro i quali decidono l'ammissione ai campionati professionistici italiani. E negli anni precedenti ? Quindi Covisoc è strutturata con chierichetti da parrocchia ? Pazzesco e ancora più incredibile che l'unico giornale palermitano rimasto vivo venga a raccontarci minchionate di tale portata. Il Palermo è stato fatto sparire. Punto. Basta guardare come detto mille volte come covisoc ha regolarmente inscritto Catania e Trapani e chissà chi altro con montagne di debiti. Non lo sapremo mai perché a nessuno interessa.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *