Palermo, Gazzi: "Brucia non poter giocare contro il Torino, i granata vorranno i tre punti a tutti i costi"




Nel pareggio di Genova contro la Sampdoria, Alessandro Gazzi è stato espulso e salterà la sfida contro la sua ex squadra, il Torino. Questo pomeriggio, il centrocampista del Palermo ha firmato autografi allo store di via Maqueda ai tifosi, prima però ha parlato ai giornalisti. "Siamo consapevoli di aver fatto una buona partita contro la Sampdoria. Certo, abbiamo un po’ l’amaro in bocca per il gol subito al 94?, ma adesso  - ha detto Gazzi a Mediagol.it - dobbiamo pensare alla prossima sfida. L’espulsione? Sì, brucia tanto non poter giocare la prossima, ma d’altronde nell’arco di una carriera ci sta di prendere un rosso. Peccato, perché mancavano pochi minuti alla fine di quella gara. I tifosi? Il loro supporto è importante, però dipende tutto da noi: dobbiamo farli tornare numerosi allo stadio, attraverso prestazioni convincenti, con il nostro spirito e la voglia di far bene". L'ex giocatore di Torino e Bari ha parlato del suo compagno di reparto, Bruno Henrique e del bomber di questa squadra, Ilija Nestorovski: "Il brasiliano ha delle qualità importanti che sta mettendo a disposizione della squadra: io credo non sia importante il singolo giocatore, ma quanto il singolo giocatore dà alla squadra in termini di sacrificio. A Nestorovski auguro di continuare su questa strada anche contro l'italia, in modo tale che quando tornerà a Palermo ricomincerà da dove aveva finito, dal gol segnato alla Samp". Al rientro il Palermo affronterà il Torino, Gazzi dà un consiglio su come si può battere: "Si affronta con grande determinazione, con spirito di sacrificio, perché quella granata è una squadra che non mollerà mai e vorrà portare i tre punti a casa, soprattutto perché le servono in vista del raggiungimento degli obiettivi che si sono posti".






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *