PARLA L'EX ROSA

Galeoto: «Fa male vedere
i palermitani in panchina»

Galeoto: «Fa male vedere i palermitani in panchina»



 

Accardi, Lo Faso e Fiordilino, i tre palermitani del vivaio rosanero che nel periodo più fiorente di palermitani presenti in rosa non riescono a trovare spazio in prima squadra, con pochissimo minutaggio raccolto e l'ipotesi cessione in prestito, almeno per i primi due, sempre più concreta. E Ciccio Galeoto non ci sta. L'ex colonna dello storico Palermo dei "picciotti" del 1996, da sempre fermo sostenitore della causa dei giovani del vivaio costretti, molto spesso, a dover lasciare la Sicilia per poter giocare, ha espresso tutto il suo dispiacere per la situazione in un'intervista rilasciata al Giornale di Sicilia:

 

PALERMITANI IN PANCHINA

«Non mi piace, fa proprio del male. A Palermo abbiamo tanti ragazzi bravi che possono giocare non solo in Primavera, ma possino davvero dire la loro in prima squadra. Invece si punta sempre ad acquistare giocatori stranieri e per me è sbagliato, perché spesso i migliori elementi passano proprio da dentro casa. In più per un palermitano è il massimo giocare con la propria maglia, non hanno idea di cosa possa dare per quei colori».

 

ATTESE

«Se mi aspettavo dello spazio in più per qualche palermitano? Si, ma non solamente per i palermitani. Uno su tutti, Pirrello. È un giocatore che merita di scendere in campo, è un difensore veramente forte e gli si deve dare la possibilità di giocare più spesso».

 

ACCARDI, LO FASO E FIORDILINO

«Giusto mandarli in prestito? Assolutamente no, sarebbe anzi un grosso errore. Siamo sempre allo stesso discorso, stiamo parlando di giocatori palermitani e poi si torna punto e a capo. Parliamo di dare il Palermo ai palermitani e poi non gli si dà spazio. Secondo me devono avere la possibilità di giocare, infatti quando lo hanno fatto si sono sempre messi in mostra positivamente».

 

GIRONE D'ANDATA

«Secondo me la fortuna vera per questa stagione è quella di giocare un campionato a diciannove squadre, con meno partite. La squadra è chiaramente la più forte del torneo e per ora ha avuto un grande ritmo, ma è solamente il girone di andata. Bisogna fare una seconda metà di stagione all'altezza di questa prima fase per ottenere la promozione. Poi per me questa squafra è talmente forte che sarebbe arrivata a questo punto anche senza il cambio di tecnico. Con Tedino e con Stellone, il Palermo ha comunque fatto bene».


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!


 

 

ALTRI ARTICOLI

 

• PALERMO DA RECORD, MA I FANTASMI DELL'ANNO SCORSO...

 

• MERCATO PALERMO, TENTATIVI DI RINNOVO PER RISPOLI E ALEESAMI

 

PALERMO, ADELANTE SENZA FARSI DISTRARRE DAI RICORDI

 

 






1 commento

  1. Fabio 79 giorni fa

    Anche a me ha fatto male il Palermo dei picciotti fallimentare,retrocesso.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *