LA FINALE

Riscrivere l'inizio
di una storia diversa

Riscrivere l'inizio di una storia diversa



 

C’è Ilija Nestorovski, il capitano, al quale Roberto Stellone con qualche panchina in più avrà fatto venire tanta fame che stasera, dal 1’ o a partita in corso, si mangerà il campo e gli avversari.

 

C’è Andrea Rispoli, l’altro capitano, che un anno fa, dopo tante voci e qualche offerta, restò a Palermo con l’unico obiettivo di riportarlo al posto che gli compete: la Serie A.

 

Ci sono Pomini e Bellusci, la vecchia guardia, veterani che con la maglia rosanero hanno deciso di rimettersi in gioco per cercare un riscatto e non hanno tradito le attese.

C’è Mato Jajalo che quest’anno è entrato nella “top ten” degli stranieri di tutti i tempi per presenze con la maglia rosa. 

Ci sono Rolando, Gnahoré, Murawski, ci sono Rajkovic, Aleesami, Struna, chi per affermarsi come necessari alla causa del Palermo, chi per riaffermarsi dopo periodi in cui qualcosa è andato storto.

 

C’è Igor Coronado che è così brasiliano da non dare punti di riferimento nemmeno per arrivare ad una sua definizione. Dal gol strepitoso al San Nicola di Bari all’errore dal dischetto contro il Cesena; dalla bicicletta contro il Novara alla tripletta contro il Carpi fino all’occasione fallita a tu per tu con Audero: se stava aspettando il momento giusto per dimostrare di avere qualcosa in più, eccolo, è questo.

 

Ci sono Accardi e Fiordilino ad un passo dal sogno di portare, loro palermitani, il Palermo in Serie A. Lo stesso di Nino La Gumina che con la sua maglia si sta facendo spazio nel folto palcoscenico degli attaccanti italiani a suon di gol decisivi e spesso di ottima fattura.

 

C’è Roberto Stellone che darà le spalle al suo passato ciociaro per conquistare un po’ di futuro rosanero.

 

C’è Palermo-Frosinone, la finale, il momento più atteso da un “Renzo Barbera” stracolmo, l’istante lungo 90 minuti che offre a tutti i protagonisti rosanero carta bianca su cui riscrivere l’inizio di una storia diversa.






7 commenti

  1. Paolo 9 giorni fa

    Noi Palermitani tifiamo Palermo e saremo in 35 mila, Rosanero è troppo bello, stasera a tifare contro il Palermo ci saranno ovviamente i tifosi del frosinone, i catanesi e purtroppo anche qualche nostrano..

  2. lupo 9 giorni fa

    La gumina, gia con il cartellino....vendesi.Questo e un bel segnale per la serie A.Pregate di rimanere in serie b,per quel briciolo di dignita che vi tiene ancora in ...vita

  3. Funk 9 giorni fa

    La ragione mi dice andare in A a fare cosa gli ultimi 2 campionati di A se penso questo dovrei gufare ma non ci riesco grazie x queste sensazioni o fumieri demone ti na ghiri il vero tifoso non ti vuole esci da questa maglia spirito immondo?

  4. mau49 9 giorni fa

    Non vi è alcun dubbio che la passione vera è stata calpestata da questo sig.(si fa per dire) che ha trasformato il tutto con distacco e freddezza, che trasferisce nell'ambiente in cui opera.Di sportivo non c'è nulla.Parla sempre di vendite e plus valenze.Mai un riferimento alla passione.Ognuno vende la merce che possiede.Lui vende aridità.Tiferò Palermo anche stasera nella speranza del successo agognato.Ma quale sarà il futuro della mia squadra quando so che per il friulano contano solo gli introiti dalla vendita ed intascare i diritti;così ha ridotto il senso sportivo e la passione.

  5. lupo 9 giorni fa

    Chi si accontenta....muore.Palermo,forse in serie a,ma ha fare cosa.Chi vuole il Palermo in serie a sono tifosi di Juve,Milan,Inter e compagnia bella.I veri tifosi come lo sono io,hanno dato l'estrema. ....unzione a una società morta e sepolta,fatevene una ragione.

  6. Paolo 9 giorni fa

    Il Palermo lo vogliamo in serie A, con o senza zamparini, senza zamparini sarebbe meglio ma intanto pensiamo alla finale, forza Palermoooooooooo

  7. Blackmamba 9 giorni fa

    Vorrei potere parlare di calcio ma mi si strozza in gola qualsiasi commento, forse inconsciamente cè qualcosa che mi porta a seguire il mio Palermo e una sua eventuale promozione con un barlume di impercettibile gioia, ma è come neve al sole che si scioglie immediatamente. La realtà mi porta a essere distaccato e detestare sempre di più chi ha creato questa frattura con gran parte della tifoseria. CHE SIA CHIARO che il Palermo calcio, il campionato, le partite, ecc. sono solo un modo per distrarre la gente dal REALE INTENTO per cui si gestisce la società di viale del Fante.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *