Foschi: «Gunnarsson grande professionista, giusto rimanga» - Forza Palermo Calcio Giornale
PRESENTAZIONE

Foschi: «Gunnarsson grande
professionista, giusto rimanga»

Foschi: «Gunnarsson grande professionista, giusto rimanga»



Giornata di presentazioni oggi al "Tenente Onorato": il presidente del Palermo Rino Foschi, prima della conferenza stampa del tecnico Stellone, ha infatti presentato alla stampa Niklas Gunnarsson, difensore norvegese che dopo tante vicessitudini è stato finalmente ufficializzato dal club di viale del Fante.

 

Ecco le dichiarazioni di Foschi sul "nuovo" arrivo in rosanero:

 

«C'è stata un po' di confusione, ma abbiamo risolto e siamo contenti. Conoscete Gunnarsson, difensore destro, è importante che il ragazzo sia qui. Un grande professionista, l'abbiamo conosciuto bene in queste tre settimane. Gli piace Palermo, è contento di stare qui e va a completare il nostro organico. Può fare due ruoli, sia esterno destro che centrale. Il ragazzo è arrivato in un momento in cui la proprietà sapete chi era, sapete tutto e non mi ripeto. Gunnarsson l'abbiamo osservato e abbiamo avuto l'occasione di vederlo bene, è giusto che rimanga con noi, ha un contratto fino al 2020. Penso che tutto sommato siamo stati fortunati perché il ragazzo è interessante e sono felice sia qui con noi».

 

LA VICENDA GUNNARSSON

«Il mercato si era chiuso in modo strano, è arrivato sotto la direzione degli inglesi e per questo c'è stato l'intoppo. È successo un fatto strano che conoscete bene e non voglio ripetere, era un giocatore improvvisato, ma sono contento perché vale la pena che resti con noi. Il ragazzo non ha nessuna colpa se gli inglesi hanno fatto un mercato che a me non stava bene. Gli inglesi hanno lavorato in modo strano secondo me, il calciatore lo conoscevano e l'hanno mandato qui a Palermo. Non gli hanno detto tutta la verità e il ragazzo si è trovato in difficoltà. Abbiamo parlato stamattina con il suo avvocato da Roma e abbiamo concluso perché lui era indeciso se restare o meno, è venuto con il padre ex calciatore. Sono molto contento che il ragazzo è rimasto e lui ha capito che sono io la vera società del Palermo».

 

SOCIETÀ

«È successo tutto quello che non doveva succedere, ci sono dei contratti fatti. Abbiamo sbagliato tutti forse anche io ho sbagliato, stamattina la De Angeli ha spiegato bene lo stato della società, sicuramente sono cose delicate. Abbiamo esagerato le due parti, nelle difficoltà in cui ti trovi non è facile ma sono convinto che ne veniamo fuori. Si sono fatti dei discorsi, dei numeri che fanno parte del momento, sono molto fiducioso che si possa risolvere tutto nei tempi previsti».

 

MIRRI

«I Mirri sono responsabili della cartellonistica per i prossimi quattro anni e mi auguro che possano esserlo per ulteriori quattro anni. Speriamo di recuperare tutto perché in altri casi è saltato il banco. Abbiamo lottato per portarci a casa le azioni, Zamparini non c'è più, io gestisco le azioni con la De Angeli ma non c'è un proprietario, non è facile. Ricorderò questa esperienza per molto tempo. Il gruppo che ha affiancato Mirri è la strada giusta da percorrere, sono molto fiducioso».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *