SFORTUNA

Palermo e le fasce maledette.
Aleesami di nuovo out

Palermo e le fasce maledette. Aleesami di nuovo out



Lo stop di Haitam Aleesami avvenuto in allenamento, per lui un risentimento al gemello laterale sinistro in sede inserzionale, è solo l'ultimo di una lunga serie di infortuni successi uno dopo l'altro ai giocatori di fascia dall'inizio della stagione. 

 

Il Palermo ha iniziato il campionato di Serie B con quattro giocatori di fascia da alternare, oltre i titolari Aleesami e Rispoli, Tedino ha avuto a disposizione Morganella e Rolando: due esterni di piede destro ma entrambi adattabili anche a sinistra. Dalla prima giornata di campionato, però, Tedino è partito con Morganella e Aleesami visto che la condizione psicofisica di Andrea Rispoli non era ottimale dopo la mancata cessione al Torino nel mercato estivo. L'esterno ex Parma è tornato titolare alla terza giornata contro l'Empoli facendo subito un assist. 

 

Si ferma Aleesami, Tedino pensa a cambiare formazione

 

Il primo infortunio degno di nota è capitato a Rolando all'inizio del mese di settembre, che lo ha costretto a stare fuori per circa un mese, la sfortuna non lascia il giocatore che si ferma poco dopo essersi ripreso, ma stavolta lo stop è più lungo, 3 mesi. A metà settembre è arrivato il turno di Aleesami, il quale è rimasto fuori quasi due mesi dopo una previsione iniziale di uno stop di un mese. Nel frattempo, nella partita del 28 ottobre contro la Virtus Entella, Michel Morganella esce al minuto 42 per la rottura del crociato anteriore, lo svizzero si opera e dovrà stare fuori per tutta la stagione, il calciatore sta tutt'ora svolgendo le cure. Tedino, in quel periodo, adatta Fiordilino ed Embalo sulla sinistra avendo a disposizione il solo Rispoli a destra, ma poco dopo Aleesami fa il suo rientro. Il Palermo con i due titolari in campo ottiene una serie di risultati positivi che lo portano in testa alla classifica concludendo il 2017 al primo posto. 

 

Lupo resta dov'è. Nessuna rottura con Zamparini

 

Il 2018 del Palermo inizia con lo stop di Rispoli estendendo la sfortuna a tutti i giocatori di fascia nella rosa, Tedino adatta Szyminski a destra senza grossi risultati, Rispoli tornerà nel match contro il Foggia proprio assieme a Rolando, partito titolare. In questa settimana avviene l'ennesimo malanno per il tecnico trevigiano con lo stop del norvegese, che ancora non si sa quanto starà fuori, ma questo infortunio mette Tedino alle strette avendo a disposizione due soli esterni di ruolo. Gli esterni nel Palermo sono un fattore importante, soprattutto per il 3-5-2, ovviamente questa situazione comporterà un cambiamento tattico. Sei infortuni ai giocatori di fascia in poco più di cinque mesi però rappresenta una vera e propria maledizione per la squadra rosanero, che dovrà fronteggiare un'altra emrgenza oltre a quella dei risultati. 






5 commenti

  1. Claudio P. 22/02/2018

    Muscolatura fragile. Non è la prima volta che sotto stress continuo ha problemi. Purtroppo non tutti sono robokop

  2. Forza Palermo 22/02/2018

    Nel calcio di adesso la preparazione atletica è fondamentale. zamparini sparagna sui giocatori ma almeno prendesse preparatori atletici buoni..

  3. Palermo domina 22/02/2018

    Aleesami uno di noi!

  4. Paolo 22/02/2018

    Il nuovo acquisto di gennaio Fiore che puo' giocare anche a sinistra che fine ha fatto?

  5. Chissàchilosa 22/02/2018

    Più che una maledizione può essere che ci siano stati errori nella preparazione atletica?

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *