GAZZETTA

D.Rossi: «Nessun contatto, solo
per il Palermo scenderei in C»

D.Rossi: «Nessun contatto, solo per il Palermo scenderei in C»



Parola a Delio Rossi.

L'ex tecnico rosanero, invocato a gran voce da una grossa fetta della tifoseria rosanero come nuovo tecnico per il post-Pergolizzi, intervistato da Fabrizio Vitale per la Gazzetta dello Sport ha confermato di non aver avuto alcun contatto con la società e ha parlato della possibilità di allenare i rosa in Serie C

 

«Non ho avuto nessun contatto, fermo restando che se mi chiamano se ne può parlare, ma se non mi hanno chiamato vuol dire che hanno altre intenzioni. Ma siccome non c’è niente è inutile parlarne. Voglio chiarire che non mi sto proponendo, non ne ho bisogno. Se ci sarà mai un contatto ascolterò perché è Palermo e in Serie C prenderei solo questa ipotesi in considerazione». 

 

SERIE C

«La prossima Serie C è difficile da decifrare a bocce ferme. Io sono per la Serie A e la Serie B a due gironi. Eviteremmo 100 società professionistiche che non pagano e non si iscrivono l’anno dopo falsando anche il torneo, per dare spazio a quelle piazze con grandi bacini d’utenza come Palermo, Bari, Reggina e Foggia. Il Covid poteva essere una grande opportunità per la riforma dei campionati. Per vincere il campionato bisogna costruire una squadra non pensando alla Serie B, con giocatori strutturati per la categoria, con elementi che servono nell’immediato, magari con dei giovani che possono avere una prospettiva, a condizione che siano di qualità. Con anziani di caratura e giovani di qualità si può fare molto bene. Invece molte squadre spesso commettono l’errore di pensare già alla Serie B dell’anno dopo con l’aggravante che, se non salgono, si ritrovano una squadra con dei problemi come i costi enormi da gestire». 


LEGGI ANCHE

 

CALCIOMERCATO PALERMO, SFORZINI ASPETTA, FICARROTTA DICE NO

 

CALCIOMERCATO PALERMO: CORAZZA E PEZZELLA, OCCHIO ALLA CONCORRENZA

 

TERZA MAGLIA PALERMO, AMARCORD BIANCOBLU?


 

ALLENATORE

«Il Palermo deve prendere un allenatore in cui crede, che abbia un ottimo rapporto col d.s. e la dirigenza per la costruzione della squadra, pensando che il campionato di riferimento è la C. Un tecnico idoneo alla piazza come quella rosanero, certo, ma che non sia soltanto un nome da dare in pasto ai tifosi».

 

TIFOSI E PASSATO

«Mi fa piacere, mi hanno conosciuto come persona, soprattutto l’ultima volta, quando venni chiamato per disputare i playoff. Sapevo che c’erano delle problematiche societarie, ma ho accettato senza pensarci due volte. La squadra, secondo me, era idonea per il salto in Serie A, agli spareggi avremmo vinto. Hanno visto che non ho anteposto niente davanti a questa possibilità. Anche perché di soldi non è presi, anzi ci ho rimesso. Mi è dispiaciuto molto vedere il Palermo radiato, per il passato glorioso di questo club. In linea generale, meglio fare un passo indietro per farne due in avanti, piuttosto che vivacchiare. Anche perché il Palermo degli anni che ho vissuto io era una squadra con grandi potenzialità. Si lottava sempre per l’Europa, il problema della salvezza non esisteva. Se invece un anno ti salvi e l’altro retrocedi, non è un bel vivere. La base, al di là della categoria, è la società, se ci sono persone competenti e con le idee chiare prima o poi l’obiettivo lo raggiungi, ecco perché la gente in D si è riavvicinata molto rispetto all’ultimi anni di Zamparini, perché ha iniziato a vedere un futuro».

 

SAGRAMOLA

«Sì, è una persona capace, in più mi sembra che sia molto legato alla città, la scelta fatta lo testimonia, anche il fatto che la proprietà sia palermitana è un’altra cosa importante, non è la stesso di una proprietà di fuori. Metterci la faccia nella propria città comporta maggiori responsabilità. È bello che ci sia questo legame con il territorio».







11 commenti

  1. GINO 61 giorni fa

    AFFIDATEVI A DELIO ROSSI E' UN SICURO VINCENTE.

  2. Isatacuracaticachi 61 giorni fa

    @Francesco 70...esattamente!!

  3. chi non salta è zamparini 61 giorni fa

    l soggetto aggregazione orgiastica di locuzioni insultanti seguita a postare commenti da terza categoria all'altezza del calcio da lui invocato e adeguato al suo livello di critica insultante. Invece di scrivere le solite perle dovrebbe ricordare che il passaggio tra i dilettanti é merito del suo idolo e solo a lui è riferibile questa becera ironia.Rossi fu messo alla porta per prendere Pioli esonerato prima del campionato per prendere Mangia che non mangió il panettone. Un bel rimembrare, le glorie del passato, davvero!

  4. Francesco 70 61 giorni fa

    Ma smettetela di postare nefandezze.Abbiamo un signor Presidente,il più tifoso di tutti.Sicuramente faranno una squadra all'altezza della situazione.E basta guardare al passato,quando siamo stati tutti presi in giro dal criminale Friulano.I nomi non ci devono interessare,conta allestire una rosa competitiva,tutto il resto chiacchiere.....

  5. Palermoforever? 62 giorni fa

    Sarebbe il Top (anche in vista di un progetto futuro per la Serie A). Ma il Signor Sagramola sarà d'accordo o la presenza del buon Delio sarà troppo ingombrante per lui?

  6. giovanni rosanero 62 giorni fa

    Tranquillo come Lafferty...regia di Rinaldo Sagramola...

  7. Tony 62 giorni fa

    Meglio non rivangare, la squadra della finale di Coppa Italia fatta a pezzi scientificamente, mister cacciato ds che si dimette perché si rifiuta di dire al mister i giocatori che dovevano giocare secondo il sultano.

  8. Totuccione 62 giorni fa

    riscussi i ru liri....

  9. Aristarco Battistini 62 giorni fa

    La verità è che l'allenatore chiunque esso sia influisce al 10/15% non di più, il resto lo fa la squadra. Dai una juve, un real o un barcellona a chiunque e tranne rari casi vince sempre. Delio Rossi ha allenato un grande Palermo e vinceva, poi a parte una normale fiorentina ha fatto un ritorno mediocre in B con una squadra mediocre. Prendi De Zerbi record negativo a Palermo con 12 sconfitte di fila, o Gasperini, o Pioli, o Gattuso, da noi uno schifo grazie al criminale che li boicottava oltre che squadre penose, e altrove con squadre forti hanno risultati importanti. La squadra fa tutto.

  10. Aggregazione galattica lame rotanti 62 giorni fa

    Non penso sarebbe una buona idea rinvangare le glorie del passato recente, Rossi appartiene ad esse... Meglio pensare al presente, appena promossi dai dilettanti si può guardare al calcio prossimo venturo di terza categoria.

  11. Tifoso 62 giorni fa

    Caro mister, sono uno di quei tifosi che hanno ammirato il calcio da te proposto e gioito per le splendide vittorie conseguite mentre il presidente dopo una vittoria a Lecce ti bacchettava per la fase difensiva.Ma la Cnon è il tuo campionato fallo vincere a Boscaglia e poi ne riparliamo. Grande Delio.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *