Palermo, preoccupazione per le finanze del club - Forza Palermo Calcio Giornale
COVISOC

Palermo, preoccupazione per
le finanze del club

Palermo, preoccupazione per le finanze del club



 

Covisoc - secondo Wikipedia - è la Commissione di Vigilanza sulle Società di Calcio Professionistiche, un organo interno alla Federazione Italiana Giuoco Calcio.

Il compito dei componenti di tale commissione è quello di vigilare e certificare sulla solidità finanziaria di una società nonché dei soggetti riconducibili alla proprietà stessa.

Per questo gli ispettori della Covisoc si sono recati di buon mattino in quel di viale del Fante. Secondo quanto riferisce La Repubblica - oggi in edicola - quello a cui è stato sottoposto l’amministratore delegato rosanero Emanuele Facile sarebbe stato un terzo grado a tutti gli effetti.

Oltre alle più disparate domande, gli ispettori hanno chiesto dei documenti, gli stessi di cui chiedono contezza sia la Lega di B che la Federazione.

 

Ma non finisce qui. Gli emissari Covisoc avrebbero sottolineato - continua il quotidiano - quanto redatto sul bilancio dalla società di revisione Baker Tilly Revisa che avrebbe certificato la necessità di immissione di ulteriori capitali per evitare di non riuscire a far fronte alla normale gestione della società - si legge - “per evidenti difficoltà già a partire dal mese di gennaio 2019”.

In breve, servono soldi. La notizia che la società sia alla ricerca nel mercato azionario di venti milioni di sterline, di certo, non è di buon auspicio.

Intanto l’ex patron rosanero Maurizio Zamparini - in una nota dei suoi legali - ha ripercorso le fasi della trattativa dove si evince del pagamento di 22,8 milioni di euro da versare nelle casse del Palermo da parte della nuova società. Secondo gli avvocati dell’imprenditore friulano una parte doveva essere versata entro ieri, l’altra entro giugno. Ovviamente non vi è neanche l’ombra.

Facile - dal canto suo - con una missiva ha chiesto ai fornitori ulteriori 30 giorni di tempo per adempiere alle scadenze nei loro confronti, esortandoli a non adire le vie giudiziarie. Il tutto alfine di valutare le diverse posizioni dei creditori.

 

In un panorama così nebuloso la buona notizia deriva dal fatto che la sfida di lunedì prossimo contro il Foggia si disputerà.

Come dite…? Sì, il pericolo di non giocare la prossima gara interna è stato alquanto concreto: fortunatamente appare scongiurato.

Infatti - conclude l’autorevole quotidiano - la mediazione di alcuni dipendenti di viale del Fante con i fornitori ha fatto sì che la gara contro il Foggia si disputi regolarmente.

In un momento così drammatico per il club, il primato in classifica e il calcio giocato rimangono - forse - l’unica dimensione di pace per il tifoso rosanero. In attesa dell’altra - credo più importante - dead line finanziaria: il 16 febbraio. Lì i proclami potrebbero non bastare.

 

 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!


 

 

ALTRI ARTICOLI

 

• PALERMO E LA SUA ITACA: LA MAGA CIRCE, ORLANDO E DE ANDRE'

 

• ESCLUSIVA: ANTONIO PONTE E' A PALERMO. ECCO PERCHE'

 

• ESCLUSIVA, RICHARDSON ANNUNCIA: «GUNNARSSON È DEL PALERMO»






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *