LA SITUAZIONE

Palermo, continua il gelo fra
le due anime societarie

Palermo, continua il gelo fra le due anime societarie

Continua la divisione all'interno del Palermo. Il Giornale di Sicilia stamane in edicola pone l'accento sulla situazione fra Dario Mirri e Tony Di Piazza. L'imprenditore italo-americano non ha ricevuto alcuna proposta di acquisto delle proprie quote.

 

Di contro, lo stesso Mirri non ha avanzato alcuna offerta nei confronti del 40% del socio e neanche lo si potrà fare giovedì prossimo quando si svolgerà la prossima assemblea, tema il cambio di denominazione.

 

Oltre a non aver ricevuto offerta da parte di Mirri - conclude il quotidiano - Di Piazza non avrebbe imbastito alcuna trattativa neanche con terzi acquirenti, nonostante qualche manifestazione di interesse si sia palesata in seguito alla sua volontà di cedere il pacchetto azionario. 


 

ALTRI ARTICOLI

 

MERCATO, STADIO E CENTRO SPORTIVO: PARLA SAGRAMOLA

 

CENTRO SPORTIVO, POLE TORRETTA: PROGETTO DA SEI MILIONI DI EURO

 

«IL MIO UNICO PENSIERO E' IL MONOPOLI». PARLA SCIENZA

 

MUSEO BARBERA, TARANTINO: «SEGUIAMO IL MODELLO BRITANNICO»





19 commenti

  1. Paolo 133 giorni fa

    Volevo dire che un anonimo (nascosto) che si spaccia per correttore, perché ritiene terrificante l'espressione altrui, perché non capisce il significato di 'civilizzato', se mentre corregge utilizza 4 punti invece dei tre normalmente usati come 'puntini di sospensione', dimostra solo di essere un semi analfabeta che ha perso l'occasione per non farlo sapere a tutti.

  2. Paolo 134 giorni fa

    Già il fatto che uno si serva di un nick di comodo ed interviene, anche se non ha nulla da dire, ma solo per scrivere 4 parole inutili, ne descrive il livello più di ogni analisi. Pertanto i modi civilizzati, le persone civilizzate, esistono, e si dice, come esistono i modi tasci, e si nota. COMUNQUE: i puntini di sospensione sono 3 non 4. http://www.treccani.it/vocabolario/civilizzare/

  3. Bugia 134 giorni fa

    Anche il cervello è diviso in due emisferi. Alcuni poi lo hanno piccolo.

  4. Totuccione 134 giorni fa

    riscussi i ru liri...

  5. roberto 135 giorni fa

    La lingua italiana che si legge in questi commenti è terrificante. Il proseguo, i termini civilizzati....

  6. stadio 135 giorni fa

    Società piccola oltre divisa.

  7. Paolo 135 giorni fa

    Dipende, se ti sei espresso in termini civilizzati o in termini tasci e volgari. In entrambi i casi, non è un problema mio. Io mi occupo di fatti REALI di DATI reali, incontestabili.

  8. Onyx 135 giorni fa

    @Paolo. Io avevo risposto, ma la redazione non mi ha pubblicato il post. Ma forse è meglio così, meglio lasciar perderei....

  9. Enrico Sanfilippo 135 giorni fa

    Sono dispiaciuto per Di Piazza, è una brava persona e spero che Dario Mirri fa un passo indietro, per il buon andazzo di tutto e un buon proseguo

  10. Paolo 135 giorni fa

    Come previsto nessuno replica al mio commento. Meglio divertirsi coi soldi degli altri. E pretendere, addirittura.

  11. Francesco 70 136 giorni fa

    Giovanni,aggregazione chiamerebbe in causa Totuccione.....

  12. GIOVANNI 136 giorni fa

    Ma perche' gira e rigira si parla sempre di Zamparini? Parliamo solo del presente per favore, non del passato. Per molti è diventato ormai un modo per non parlare del presente. Allo stato attuale abbiamo un presidente un po' chiaccherone che ha grandi progetti, pero' ha difficolta' ad acquisire le quote del socio, e difficolta' a trovare un' allenatore... rischiamo di allestire una squadra che verra' presenata senza allenatore e senza che lo stesso abbia miminamente scelto i giocatori della rosa... e noi che facciamo? Parliamo di Zamparini....

  13. Francesco 70 136 giorni fa

    Ma poi peccato che aggregazione,da qualche giorno si è dimenticato di essere Rubini,rra più simpatico nelle veci del nonnetto stuolitu romano.Torna Rubini,e basta con aggregazione.....Adesso dirà che lui è Zamparini....

  14. chi non salta è zamparini 136 giorni fa

    l soggetto Aggregazione Orgiastica di Locuzioni insultanti non conosce sosta. La sua insulsa ironia per uso personale (chi riderebbe delle sue amene inutilità?) è propalata con ossessiva frequenza quotidiana. Mirriese e dipiazzese non esistono. Esiste il PALERMO. Era cosi anche ai tempi del Sultano. Per lui però zamparinese era appropriato vista la conduzione monarchia. In ogni caso tutti i Presidenti sono legittimi proprietari delle loro squadre: Agnellese, cairese, pallottese, lotitese. Insomma l'ennesima boutade dell'ineffabile soggetto insultante.

  15. Chi non salta è Zamparini 136 giorni fa

    Il soggetto aggregazione orgiastica di locuzioni insultanti non perde occasione di sciorinare il suo repertorio deprimente fatto di ironia per il solo consumo personale (chi può ridere delle sue scemenze?) Si ricordi che esiste solo IL PALERMO, anche ai tempi del sultano. Con la differenza che allora era una vera zamparinese vista la conduzione assolutistica e dissennata del suo idolo. Prono oltre la fine. Che pena mi fa......

  16. Paolo 136 giorni fa

    Invece di sperare sempre nella beneficenza, farsi assistere anche per il divertimento, tutti quei tifosi che nel web pretendono progetti di grandezza comprino le quote di Di Piazza. Almeno dimostrano coi fatti di non essere dei quaquaraquà buoni solo a fare i tochi coi soldi degli altri, e dimostrano coi fatti che è il LORO Palermo. 10.000 abbonati, Di Piazza deve mettere circa 8,4 dei 21 milioni (che corrispondono al capitale sociale più 6 milioni del budget per la serie C), uguale 840 euro a testa, se arrotondano a 1000 euro restano soldi per il futuro e potranno gridare 'semu i megghiu'

  17. Fabio 136 giorni fa

    Io invece sogno Una polisportiva con quattro squadre, una di Zamparini una di Richardson,una di Tuttolomondo e una di Daniela. Chissà come ne sarebbe eccitato il troll multinick vedovo amante dei film retrò.

  18. Bugia 136 giorni fa

    Si faccia una squadra lei piuttosto, F.C. saLamelecchiTeam. ( F.C. Fino alla Fine Cortigiani...)

  19. Aggregazione galattica lame rotanti 136 giorni fa

    Perché non immaginare una Dipiazzese come seconda squadra cittadinanza in concorrenza con la Mirriese? Seguiremmo così il modello vincente di alcune importanti città italiane, come Roma, Genova, Verona, Torino, Messina, Milano.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *