RENZO BARBERA

Concessione stadio, avanzata
l'ipotesi canone mobile

Concessione stadio, avanzata l'ipotesi canone mobile



In casa Palermo continua a tenere banco la questione relativa alla concessione dello stadio. 

Tramontata l'ipotesi sponsorizzazione del Comune e con la scadenza dei termini per la consegna della convenzione alla Covisoc fissata per giorno 29 luglio, nel tavolo delle trattative come si legge sulla Gazzetta dello Sport si aggiunge una nuova possibile soluzione per arginare il problema. 

 

Il nodo della vicenda rimane legato al canone da oltre 340 mila euro stabilito dal comitato tecnico del Comune per la concessione del Renzo Barbera, stadio che dal 2004 ad oggi ha visto lievitare il suo valore dai circa 5 milioni e 200 mila euro del 2004 agli attuali 8 milioni e mezzo per via anche dei lavori di ristrutturazione eseguiti durante la gestione Zamparini. Il presidente Dario Mirri continua ad insistere sulla necessità di considerare il canone tenendo conto della categoria nella quale giocheranno i rosa, nonché sull'effettiva capienza che avrà lo stadio nella prossima stagione per via delle norme anti-Coronavirus.

 

Oltre alle proposte finora varate per risolvere la questione il capo gabinetto del sindaco Sergio Pollicita, come riportato dalla rosea, avrebbe proposto un canone mobile variabile di anno in anno sulla base della percentuale di biglietti e abbonamenti venduti. L'idea del capo gabinetto sarà presentata insieme alle altre al prossimo consiglio comunale, con il Palermo che ha fissato come deadline per la risoluzione del problema giorno 27 luglio; in caso di mancato accordo entro i termini prefissati il sindaco Orlando è pronto a concedere il Renzo Barbera in prima persona come fatto la scorsa estate. 







12 commenti

  1. Il Paese di Pulcinella 64 giorni fa

    No, scadente è l’articolo e il suo commento.Una cosa è ristrutturare, altra è accollarsi manutenzione ordinaria (ci mancherebbe!) e straordinaria. Questa informazione nell’articolo non c’è. La spesa complessiva fu 844 mila euro e non è dato sapere se lievitò. Da allora Zamparini non pagò più il canone di 324.000 meno cioè di quello richiesto a Mirri e non si vede perché il Comune debba imputare questo surplus del valore immobiliare a Mirri cha ha un fatturato di molto inferiore a quello di zamparini del 2015 e non avrà pubblico pagante. La beffa è che ora quello 'tinto' per voi è Mirri.

  2. Vedove 64 giorni fa

    NON pagava il canone in cambio dei lavori di manutenzione... questo è l'unico sito sul Palermo con la vedova Resident che si alza ogni giorno per difendere l'operato del processato per riciclaggio, come se non si capisse che è sempre lui, hai voglia di inventare nuovi nick.

  3. Honestà 64 giorni fa

    Pulcinella, il commento scadentissimo è quello suo, e l'articolo fornisce l'informazione chiaramente. Zamparini pagava l'affitto e si occupava pure della manutenzione, dato che non aveva fiducia. Nulla di anormale. Ora l'ufficio tecnico valuta l'immobile nello stato attuale, non si può demolire il lavoro fatto per esso da Zamparini. Certo, è moralmente criticabile che il Comune provi a guadagnare più soldi grazie al lavoro di Zamparini.

  4. chi non salta è zamparini 64 giorni fa

    Il soggetto aggregazione orgiastica di locuzioni insultanti per colpire con le sue imperdibili invettive l'FC Palermo e i suoi tifosi (non perde una sola occasione) non disdegna di coprirsi di ridicolo. Del resto 100 ossessivi post al giorno con lo stesso inutile martellamento denotano la sua povertà ideale. Al punto stavolta addirittura da incartarsi. Quando afferma che per i tifosi Zamparini 'ha rubato soldi al Palermo'...cioè a se stesso, non vi è che non veda come questo soggetto sia ormai alla deriva.

  5. Honestà 64 giorni fa

    PAGAVA.

  6. Tifoso 64 giorni fa

    Canone mobile, ultima trovata dei giocherelloni. Per la prossima stagione niente incassi dal botteghino o cifre irrisorie. Niente incassi da televisioni o quasi nulla. Sponsor? Proprio oggi si parla di 16000 aziende prossime al fallimento in SIcilia. Non è che alla fine sarà il consiglio comunale giocherellone a pregare l il presidente di accudire e custodire il.Barbera dando il loro contributo con il pagamento del biglietto? Cosa che il sottoscritto fa dal 1969?

  7. Fabio 64 giorni fa

    Che poi in cambio dei lavori di manutenzione mi pare che il canone non lo pagasse proprio..

  8. Pinkhill 65 giorni fa

    Totuccione pensaci tu...

  9. Il paese di Pulcinella 65 giorni fa

    Nell’art’articolo c’è scritto ‘eseguiti durante la gestione Zamparini. Non eseguiti DA Zamparini. Se Così fosse non si capisce perché Zamparini abbia dovuto pagare il canone, né si vede perché oggi questa maggiorazione la debba pagare Mirri. Scadente l’informazione, scadenti i commenti degli informati

  10. Tony 65 giorni fa

    Ennesimo Nick di Aggregazione in rubini cortesemente smettiamola di ricordare personaggi indagati per riciclaggio falso in bilancio e false comunicazioni che 80 mln li ha messi nei sogni

  11. Aggregazione galattica lame rotanti 65 giorni fa

    Per alcuni tifosi invece Zamparini, nei fatti il miglior Presidente della storia rosanero con distanza siderale dagli altri, 'ha rubato soldi al Palermo'...

  12. Honestà 65 giorni fa

    Quindi quasi il 40% del valore attuale grazie ai lavori fatti da Zamparini. E su questi soldi meriti altrui vogliono pure speculare. Zamparini ha buttato 80 milioni in una città piena di ingrati che prima lo adulavano - senza pudore - poi lo hanno scaricato indegnamente. È proprio vero che è una città con troppi approfittatori assistiti, senza vergogna. Ma questa presunta furbizia è un'arma che si ritorce, puntata contro, che ci causa l'ostilità del mondo esterno, che paralizza ogni possibilità di evoluzione sociale, economica e culturale.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *