VECCHIO PALERMO

Massimo Costa si aggiudica
l'asta per i cimeli rosanero

Massimo Costa si aggiudica l'asta per i cimeli rosanero



 

La storia del Palermo calcio è salva, i trofei del club rosanero finiti all’asta dopo il fallimento del 2019 avranno una casa e saranno oggetto di un’esposizione permanente. Ad aggiudicarsi il Lotto 69, che comprende tra gli altri anche la Coppa Italia di Serie C vinta dal Palermo nel 1992-93, Massimo Costa, avvocato palermitano di 43 anni. 

 

Costa, unico offerente, si è aggiudicato il lotto composto anche dal Trofeo “Le ali della vittoria” relativo al successo del Palermo in Serie B 2013-14, la Coppa dello scudetto Primavera del 2009, i trofei delle finali di Coppa Italia di C perse nel 1988, 1990, 1991, le targhe celebrative delle partite europee giocate dal Palermo in Coppa Uefa, le maglie dei giocatori del Palermo indossate per le convocazioni nelle Nazionali. «Il mio è un gesto d’amore nei confronti della storia dello sport - ha dichiarato l’ex numero uno del Coni Sicilia - Vogliamo rendere questi trofei e questi cimeli parte del nascente Museo internazionale dello sport». Quest’ultimo è il progetto - presentato a Roma al presidente nazionale del Coni Giovanni Malagò - che sorgerà a Palermo su un’area di oltre ventimila metri quadrati, i cui dettagli saranno svelati prossimamente.

 

A tale proposito, Costa ha anche dichiarato: «Ho deciso, di concerto con il gruppo di dirigenti sportivi che mi sostiene, di ritirare la mia candidatura in Giunta nazionale del Coni. Lo faccio proprio in ragione dell’impegno che il Museo internazionale dello sport comporta, dato che stiamo dialogando con diverse anime del mondo sportivo. Faccio dunque un passo indietro rispetto alla competizione elettorale, per continuare a occuparmi di sport da un punto di vista diverso, legato alla valenza culturale e sociale dello sport stesso. Ringrazio i numerosi presidenti delle federazioni nazionali che si sono messi a disposizione della mia candidatura e confermo la mia volontà di continuare a impegnarmi a sostegno dell’intero mondo sportivo siciliano, ancora oggi in grandissima difficoltà». 

 

Ufficio stampa

Giovanni Tarantino






9 commenti

  1. Rosanero incazzato 4 giorni fa

    Mirri tifoso? Ma quale tifoso? Ha dimostrato solo di essere uno spettatore senza anima. Lui i tifosi li considera quando gli prestano gratis i loro cimeli ... Ma che si vada a nascondere!!!

  2. Rio 4 giorni fa

    Da oggi in poi bisogna fare un distinguo tra il Mirri presidente e il Mirri tifoso! Anch'io mi sarei aspettato che l'attuale società avrebbe presentato un offerta comunque ormai io non so più che pensare.

  3. chi non salta è zamparini 4 giorni fa

    A proposito volevo ricordare che il carneade TROLL ha sempre sostenuto che la C.I. di serie C sarebbe stata rubata e non sarebbe più esistita. Invece fa bella posta di se nel salotto dell'Avv. Costa. Non ci può essere passato (ante MZ) nè presente nè futuro che non sia friulano nell'immaginario intorbidito del TROLL MASTER. Io il passato ante MZ lo riconosco eccome e mi tengo orgogliosamente nei miei ricordi quella vittoria. Se è vero come ho detto che chi non onora il passato non può prenotare il futuro (Mirri) é anche vero che chi disconosce e denigra il passato NON E' tifoso del PALERMO

  4. Palermoforever? 4 giorni fa

    D'accordissimo con Falko e Giovanni. Posso capire che partecipi all'asta e vieni battuto, ma che addirittura non ti presenti ... E' davvero sconcertante. E ancora di più lo è il fatto che hai fatto allestire (un plauso ha chi ha dedicato anima e cuore alla realizzazione del progetto) un Museo della storia rosanero ... E' una dimostrazione implicita mi assoluta mancanza di veri sentimenti da tifoso, di senso dell'appartenenza e persino di cultura. Rozzi sino all'inverosimile. VERGOGNA!!!

  5. Chi non salta è zamparini 4 giorni fa

    @ Giovanni Rosanero, MZ qui non c’entra. Da persone equilibrate le critiche all’attuale società sono legittime. Prima di questo autogol ti segnalo il mancato ricordo a Pupo Malavasi. Chi non onora il passato non può prenotare il futuro della società che inevitabilmente passerà di mano. Il soggetto che hai citato tu, che di professione fa il TROLL, invece, spara contro la società già dal 25 luglio 2019. Dunque nulla è attendibile e legittimo delle contumelie che posta ogni giorno al punto da tifare contro i colori cosa che non hanno fatto decine decine di migliaia di tifosi nell’era del Sultano

  6. giovanni rosanero 5 giorni fa

    Uno dirà...le solite malelingue...l' altro...i soliti haters... Ma questa è da ascriversi negli annali delle malafiure galattiche( non voglio togliere il mestiere ad Aggregazione)... cioè fatemi capire l' avv. Costa vince all' asta i cimeli del vecchio Palermo e tu che rappresenti( ancora per poco) la nostra amata squadra cosa fai prima mostri totale( finto) disinteresse, poi quando qualcun' altro se li aggiudica gli chiedi di donartelo (prestartelo)...ma partecipa all' asta pezzente che non sei altro... sinceramente stanco del politically correct..e per favore non citate Zamparini...non atta

  7. noitifosidelpalermo.jimdo 5 giorni fa

    Mirri non poteva comprare questi trofei che appartengono alla storia del Palermo e ai tifosi?

  8. Falkorosanero 5 giorni fa

    La casa di questi oggetti doveva essere solo una: il palermo museum. Solo una società miope e senza idee poteva permettere un simile scempio. Non si sono nemmeno presentati. Chi non onora il passato non ha diritto ad alcun futuro. Con me hanno chiuso. Hanno certificato la mancanza di continuità con il Palermo. Il mio. Mirri come Zamparini.

  9. Palermoforever? 5 giorni fa

    Mi domando perché l'F.C. Palermo non abbia neppure presentato una offerta, avendo già il Museo sul Palermo ... Sono molto perplesso.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *