EDITORIALE

Palermo, chi entra...segna.
Squadra unita e cambi azzeccati

Palermo, chi entra...segna. Squadra unita e cambi azzeccati



Articolo a firma di Peppe Musso

L'ottimo momento del Palermo coincide con il passaggio al centrocampo a tre e la ritrovata ottima forma di alcuni uomini in difesa che a inizio anno mancavano, due assolute (e liete) novità.


Ciò che invece quest'anno non è mai stata una novità sono i goal dei subentrati: il Palermo infatti è la squadra che più volte è riuscita a mandare in rete i suoi giocatori entrati a partita in corso. Questa speciale classifica la guida Soleri, autentico "ghiaccio per partita", il giovane ex Roma infatti ci è già riuscito quattro volte: contro il Latina, nel derby col Messina, col Foggia e con la Vibonese in trasferta. A seguirlo c'è Brunori, che ha timbrato il cartellino da subentrato contro il Campobasso e contro la Virtus Francavilla, portando in dote alla squadra 6 punti. Infine domenica si è aggiunto Silipo, che con il goal al 94' ha messo la parola fine alla sfida contro il Potenza.


Questo dato ci dice due cose: la prima, forse chi allena non è così sprovveduto come si dice (oppure è molto fortunato, il che non guasta mai). La seconda, ben più importante, è che il Palermo è una squadra unita: non importa chi è titolare o chi è riserva, ma che tutti stanno remando dalla stessa parte per regalare ai tifosi una grande stagione.
 





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *