VIGILIA

«Palermo costruito per vincere»
Parla Calabro

«Palermo costruito per vincere». Parla Calabro



“Da responsabile del gruppo squadra, ho ritenuto opportuno mettere la faccia e chiedere scusa a tutta la piazza per la prestazione ed il risultato. C’è stato un blackout generale nel secondo tempo, una cosa inspiegabile e non deve più succedere, innanzitutto per tutto l’ambiente Catanzaro. Quando si fa la disamina della prestazione si parla dell’aspetto tattico, tecnico, mentale. Non è andato niente”.

 

Inizia così la conferenza stampa del tecnico del Catanzaro Calabro alla vigilia del match contro il Palermo.

 

CONTINUA

“È stato mio dovere non trovare alibi perché sarebbe da perdenti. Non dobbiamo essere funesti e devastanti nel giudizio perché quattro giorni prima questa squadra aveva fatto una grossa partita a Genova. Nel momento in cui mi rendo conto di aver sbagliato formazione e metto mano attraverso cambi in corso che hanno prodotto degli effetti per il quarto d’ora finale del primo tempo. Il blackout è comunque avvenuto nella ripresa e questo mi fa pensare che il problema non è tattico”.

 

FORMAZIONE

“Da quando sono arrivato qui ho sempre detto che ci saranno le difficoltà. In questo momento bisogna solo pedalare e correre in campo. Ho venti giocatori e ho cercato di non far incidere il fatto che si gioca domenica e mercoledì. Ho uno staff fisico e atletico di primo ordine. La stabilità la troverò giocando settimana per settimana. Non ho nemmeno giocatori giovanissimi in alcuni ruoli. Se non faccio giocare Evacuo c’è Curiale, non l’ultimo arrivato”.

 

CAMBI

“Le staffette sono fatte per impiegare calciatori che sono al massimo. Il nostro sistema di gioco ha una costante sola: i tre difensori. Casoli mi aveva dato delle buone risposte in Coppa e volevo prendere alta la Ternana con tre giocatori. Giocare ogni tre giorni non mi può permettere di schierare sempre la stessa formazione. La difesa a quattro l’abbiamo fatta solo con la Casertana in fase di proposizione”.

 

INFINE IL PALERMO

“Il Palermo si analizza considerando le partite che ha fatto. Sono stati costruiti per essere protagonisti. Devono recuperare quattro incontri e hanno materiale a disposizione. Il fatto che siano stati fermi può incidere come anche no. Non possiamo avere la certezza di chi schiereranno. La mia squadra deve avere una cattiveria tale da non far pensare più a quello che è successo domenica a Terni. Loro saranno un avversario ostico”.


 

NEWS DI GIORNATA

 

CATANZARO-PALERMO, I CONVOCATI DI BOSCAGLIA

 

«LE MOTIVAZIONI DEVONO FARE LA DIFFERENZA. SIAMO PRONTI»

 

BOSCAGLIA: «LA SQUADRA STA BENE, POSSIAMO FARE RISULTATO»

 

BOSCAGLIA: «TROVEREMO UN CATANZARO FORTE E FERITO»

 

«INIZIATO UN PERCORSO, PER FARE RISULTATI IL NOME NON BASTA»

 

PELLEGRINO: «PALERMO E CATANIA ORGOGLIO SICILIANO, CHE VINCA IL MIGLIORE»

 

CALENDARIO…BIRICHINO, IN CINQUE PARTITE GIÀ QUATTRO TRASFERTE

 

BOSCAGLIA E DIFESA, PALERMO SI RICOMPONE 

 





1 commento

  1. Pubblicità arcana 20 giorni fa

    Incensa l'avversario per sottolineare ancor più l'eventuale successo ... Questo è Marketing non cartellonistica ...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *