FUTURO ROSANERO

GDS - Zamparini diffida la
proprietà: Palermo ad un bivio

GDS - Zamparini diffida la proprietà: Palermo ad un bivio



Il caos che sta avvolgendo il Palermo sembra senza fine, e fra richiami di aiuto da parte dei giocatori e battaglie di comunicati Maurizio Zamparini mette la proprietà di fronte ad un bivio: cessione o rescissione del contratto per inadempienze. La messa in mora da parte dell'ex patron non ha cambiato la situazione, difatti i capitali promessi da Facile e soci e attesi per il 31 gennaio non sono arrivati e l'imprenditore friulano, insieme al suo team di legali, ha deciso di diffidare la società. 

 

«Ecco dunque che si passa alle maniere forti, con una diffida formale che ha un solo obiettivo: mettere la società al sicuro e favorire un passaggio di consegne quanto più rapido e indolore possibile, pur con la consapevolezza di dover affrontare tempistiche ristrette per evitare le penalizzazioni in classifica»: così scrive Benedetto Giardina per il Giornale di Sicilia, puntualizzando come il timore dei tifosi stia crescendo esponenzialmente e si moltiplicano gli striscioni fuori dallo stadio Barbera, per ultimi gli eloquenti messaggi "Nessun rispetto, nessuna garanzia. Vi conviene andare via" e "Facile memico di Palermo". Comincia a venir meno quindi la pazienza a pochi giorni dalle scadenze della Covisoc, se infatti non arriveranno in tempi brevi i 5,4 milioni prospettati da Facile per saldare i conti arriverà la penalizzazione in classifica per la squadra rosanero. La prima tranche di questi soldi era stata annunciata per domani da Treacy, ma quest'ultimo nel frattempo si è dimesso da consiglier del club e di conseguenza trovare il capitale entro le date previste diventa ancor più complicato. 

 

Nel frattempo per Maurizio Zamparini Sport Capital Group è inadempiente. La data ultima fissata con il gruppo inglese per l'immissione di capitali era il 31 gennaio e nonostante la concessione di una soglia minima di tolleranza e la messa in mora da parte dell'ex patron la situazione non è cambiata, motivo per cui nella giornata di ieri è scattata la diffida per provare a mettere spalle al muro la nuova proprietà. «L'invito, per così definirlo, è chiaro: adempiere immediatamente agli obblighi presi tramite contratto, altrimenti l'uscita definitiva dalla società. E in tal senso, l'intervento sembra essere quello di agevolarne la cessione ad un nuovo soggetto» continua Giardina, aggiungendo che data la tempistica stretta e la conseguente impossibilità a fare una nuova due diligence i nomi che circolano in questo momento sono i soliti noti, quelli per i quali si hanno già documenti alla mano. 

 

In primis c'è Raffaello Follieri, che non ha mai abbandonato l'idea di acquisire il Palermo Calcio nonostante le accuse di Zamparini e il naufragio della trattativa di qualche mese fa ed è pronto a riformulare la stessa offerta dell'ultima volta. Segue il gruppo americano, che avrebbe già iniziato a discutere con il management di Sport Capital Group, la "casa madre" vera proprietaria della società rosanero e quotata nel listino NEX di Londra. La possibile soluzione per garantire un futuro al club sarebbe quindi cedere nuovamente il club ad una di queste due parti in gioco, oppure l'immissione dei capitali da parte dell'attuale proprietà garantendo di poter gestire da sola la società. Qualora nessuna delle due opzioni si dovesse realizzare, la terza via sarebbe l'invalidazione del contratto per inadempimento da parte di una delle due parti, che vorrebbe dire il ritorno dell'intero pacchetto azionario del Palermo al suo vecchio proprietario, vale a dire Maurizio Zamparini


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!


 






2 commenti

  1. Gabriele 14 giorni fa

    Lo avevo detto giorni fa: il contratto può essere risolto per inadempienze dell'acquirente oppure può essere ceduto dall'acquirente a terzi che rileverebbero anche tutti gli obblighi presenti nell'atto di cessione del Club. Francamente deploro tutto il casino sollevato dagli organi di stampa che avrebbero dovuto chiarire quali erano gli scenari legali legati all'osservanza o all'inosservanza del contratto stipulato. Non credo che da questo punto di vista si sia fatto un buon servizio né ai tifosi, né alla cittadinanza e all'immagine complessiva della città.

  2. Aggregazione galattica lame rotanti 14 giorni fa

    Tornerà Zamparini, per fortuna.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *