PROSSIMA STAGIONE

Repubblica: «Via al mercato per
attrezzare una squadra da C»

Repubblica: «Via al mercato per attrezzare una squadra da C»



L’ufficialità del Palermo in Serie C arriverà l’8 giugno, quando il Consiglio Federale ratificherà la decisione della Serie D su promozioni e retrocessioni.

 

Intanto il Palermo, alla luce anche dell’indiscrezione che vede la riforma del calcio solo dalla stagione 2021/2022, è al lavoro per trovare un nuovo tecnico e allestire una rosa che dovrà vincere la Serie C.

 

I nomi degli allenatori che circolano negli ultimi tempi sono molteplici, ma il lavoro più impegnativo sarà quello per la costruzione della rosa.

I giocatori che arriveranno dovranno essere in grado di sopportare le pressioni di una piazza che vuole festeggiare la promozione a fine stagione.

 

«In questo senso ripartire dai calciatori che hanno dimostrato più carattere e che venivano da categorie superiori è già un buon segnale: la conferma del portiere Pelagotti –scrive la Repubblica Palermo-, dei difensori Lancini, Accardi e Crivello, dei centrocampisti Martin e Martinelli e dell'attaccante Floriano, tutti elementi con presenze fra serie A e B, rappresenta una buona spina dorsale per una squadra costretta a vincere».

 

È innegabile che serviranno i giocatori di categoria, ma «questo tipo di rinforzi il Palermo ha intenzione di aspettare che si completino i quadri con le partecipanti al campionato, soprattutto per valutare la competitività del girone che vedrà protagonisti i rosanero».

Tra i profili che si valutano, conclude il quotidiano,«quelli di Antonio Piccolo e Daniel Ciofani, entrambi della Cremonese e tutti e due nel mirino di Castagnini e Sagramola a gennaio quando si valutava l'inserimento di giocatori che sarebbero tornati utili più per il campionato di C che per quello di D. E non sono da escludere operazioni alla Santana, ex con la voglia di tornare e partecipare alla cavalcata rosanero, che potrebbero riguardare su tutti Edgar Barreto, già svincolato dalla Sampdoria nonostante il campionato di A ancora in corso e in cerca di progetti stimolanti anche in piazze dove ha già giocato».

 


ALTRI ARTICOLI

 

ZAMPARINI, MIRRI E IL PALERMO. BALZARETTI ESCLUSIVO A FP.IT

 

DI PIAZZA, C'È GIÀ STATO UN TRASFERIMENTO DI QUOTE

 

«FINALE DI ROMA EMOZIONE PER SEMPRE». BALZARETTI A FP.IT

 

MOBILITÀ TRA REGIONI E STOP ALLA QUARANTENA. LA NUOVA ORDINANZA






4 commenti

  1. Giovanni B. 32 giorni fa

    Maluchiffari, Zamparini o non Zamparini, se quella partita di Frosinone non ci fosse stata scippata (per non dire altro di più offensivo), a quest'ora probabilmente saresti in serie A a goderti la Juve o l'Inter anziché il San Tommaso o la Palmese (con tutto il rispetto). Per quanto riguarda l'arbitro La Penna, al quale vorresti far fare il dirigente (spero non del nuovo Palermo), io lo paragonerei a quell'altro suo simile (stessa razza) Byron Moreno di Corea-Italia. Ed è quanto dire!!

  2. Maluchiffari 33 giorni fa

    @Giovanni B., saranno felici i tifosi del fallimento. Viva il Frosinone! Vogliamo La Penna dirigente!

  3. Giovanni B. 33 giorni fa

    Castagnini e Sagramola il mirino per far centro sui giocatori da prendere per la C (quella vera) ce l'hanno un po' spuntato, infatti, non ricordano (e mi ripeto) che quel tale Daniel Ciofani (se non erro), non è quel giocatore del Frosinone che ha gioito per quel pareggio scippato al Palermo che ci avrebbe consentito di approdare alla serie A? Si sono visti tanti obbrobri in quella partita quel giorno: Palloni buttati in campo durante l'incontro per far perdere tempo, con l'arbitro La Penna che assegna il rigore ai rosa e che poi si rimangia tutto accerchiato dai giocatori frusinati, ecc. Mah!

  4. Palermoforever? 33 giorni fa

    Prima occorre chiarire a CHI appartiene il Palermo. Perché se Di Piazza dovesse rilevare il pacchetto di maggioranza della Società, cambierebbero i protagonisti in cabina di regia. Aspettiamo il 9 giugno ...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *