Dai procuratori ai fornitori: entro giugno servono 25 milioni - Forza Palermo Calcio Giornale
GIORNALE DI SICILIA

Dai procuratori ai fornitori:
entro giugno servono 25 milioni

Dai procuratori ai fornitori: entro giugno servono 25 milioni



Gli stipendi sono stati pagati e la penalizzazione, almeno per il momento, è scongiurata, ma il Palermo deve grosse somme di denaro soprattutto agli agenti.

 

A evidenziarlo, l'edizione odierna del Giornale di Sicilia. «Un macigno da 25 milioni poserà sulle spalle del Palermo per i prossimi quattro mesi. Tutti soldi da immettere entro il termine di questa stagione, per chiudere ogni tipo di pendenza immediata con i creditori. Quelle relative ai 115 fornitori a cui la precedente gestione ha chiesto di resistere almeno fino a fine mese non sono nemmeno le più impellenti». Stando al bilancio dello scorso 30 giugno, scrive il quotidiano, la voce più pesante riguarda perlopiù i procuratori, per un totale di 14.258.154 euro.

 

Inoltre c'è da ricordare le "parcelle" per gli agenti che hanno lavorato nel mercato estivo. Uno di questi «ha già presentato un'ingiunzione di pagamento, bloccando parte del ricavato della cessione di Struna, motivo per cui tale cifra vada rivista al rialzo, con altri procuratori in attesa di essere pagati».

 

Una base da 14 milioni da saldare entro quattro mesi. Secondo l'analisi del bilancio svolta dal quotidiano di via Lincoln, «la voce più consistente riguarda i cosiddetti "altri" debiti: una cifra chiaramente ridotta dai 7,2 milioni del bilancio, poiché per la maggior parte (4,5 milioni) era riferita agli stipendi dello scorso giugno, pagati interamente nei mesi successivi».

 

Restano dunque 2,7 milioni di «debiti correlati alla cessione pro solito di contratti di vendita dei diritti pluriennali alle prestazioni sportive», che sommato ai debiti verso i fornitori portano il totale a 17 milioni. Gli altri debiti, che comprendono quelli tributari, verso le banche, verso altri club, portano il totale debitorio a 25 milioni di euro.

 

Il credito che il Palermo attende da Alyssa per l'operazione Mepal (22,8 milioni) «sarebbe dunque bastato farli rientrare per sgravare i conti della società da un macigno sempre più pesante».







Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *