Bellusci: «Sarà una sfida fondamentale. Penso ci sarà il pienone» - Forza Palermo Calcio Giornale
VERSO IL CITTADELLA

Bellusci: «Sarà una sfida
fondamentale. Penso che...»

Bellusci: «Sarà una sfida fondamentale. Penso ci sarà il pienone»



La seconda parte della conferenza stampa del giocatore del Palermo Giuseppe Bellusci, tra gli argomenti trattati, anche l'ultima giornata di campionato:


BELLUSCI: «CASO PALERMO? SEMBRA PIÙ UN TIMORE DEGLI ALTRI»


«Nell'ultima giornata non ci sono partite scontate, ed è un bene. Al di là di questo, partite semplici non ce ne sono. Nessun giocatore rischia deferimenti o squalifiche. All'estero sono avanti anni luce da questo punto di vista».

 

ESPULSIONI

«Le espulsioni hanno pesato sulla squadra? Quando non c'è Bellusci giocano giocatori altrettanto forti. Può darmi fastidio dal punto di vista personale, ma non ho mai guardato all'interesse personale, piuttosto al collettivo. Questo è il temperamento: a volte porta benefici, a volte no. Ma non cambierò il mio modo di giocare».

 

SPETTATORI

«È una partita fondamentale, penso che ci sarà il pienone e che tutto l'amore dei palermitani verrà fuori, sperando che sia l'ultima della stagione. La speranza è l'ultima a morire. I miracoli possono succedere.

 

CITTADELLA

«Non sarà una partita facile, il Cittadella va preso con le pinze, ha un'identità e gioca senza pensare a chi ha di fronte. Non sarà semplice, tutt'altro. Non è scontato il risultato, come qualcuno può pensare. Bisognerà fare qualcosa in più in settimana, poi durante la partita, in base al risultato, o forzi o pensi al palleggio. Noi dobbiamo pensare a vincere senza pensare al Lecce. Al 95' si parla con la panchina sperando di poter festeggiare».

 

DICHIARAZIONI PASSATE

«Mi hanno riferito di alcune circostanze dopo alcune mie dichiarazioni dopo Ascoli: è stata riportata male. Mi hanno chiesto, visto il mio trascorso, e visto che tifo Ascoli se fosse ora di tornare a casa. Ho risposto che l'obiettivo oggi è solo la A con il Palermo, con tutte le mie energie. Poi a fine campionato, quando sarà chiuso il discorso campo, ci sarà il calciomercato dove può succedere di tutto. Non ho mai detto che l'anno prossimo sarò un giocatore dell'Ascoli».






2 commenti

  1. Anarchico 71 giorni fa

    Dire di essere dei veri tifosi e non andare allo stadio per questo incontro è umiliante io mi vergognerei anche a pensarlo, uno si sta a casa e non incita sti ragazzi per protestare ad oltranza contro il vecchio presidente. Cosa c'entra la protesta davanti ad un incontro che deve essere vinto e che chiama la città ad un dovere civico che è quello di sostenere i ragazzi oggi più che mai?

  2. federico || 71 giorni fa

    Ma sai , Belluscio , tutti quelli che sperano di vedersi il Milan, la giuve e l'inter il prossimo anno probabilmente ci saranno ...i veri tifosi invece, quelli con la T MAIUSCOLA , penso che faranno la stessa cosa fatta per anni a questa parte e cioe'........passare!!!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *