VERSO IL MATCH

Anemia offensiva, l'attacco
deve ritrovarsi

Anemia offensiva, l'attacco deve ritrovarsi

Alla ricerca delle emozioni perdute.

Se ci si sofferma qualche istante a guardare la classifica in controluce, ci si rende conto come il Palermo sia il migliore attacco del girone.

Sembrerebbe dunque un ossimoro ricercare emozioni, definite da Il Giornale di Sicilia "perdute", ma non è così.

 

Continuando sempre l'analisi approfondita si evince come nelle ultime sette uscite l'attacco soffra di anemia.

Quattro reti realizzate, soltanto due su azione: dato plastico, che spiega nella sua mestizia la crisi anche di risultati patita dalla truppa rosanero.

 

L'attacco della capolista sta vivendo un momento di stasi, di crisi introspettiva di cui Gianni Ricciardo ne è l'emblema. Il bomber rosanero partito a suon di esultanze, si è poi eclissato in se stesso senza più ritrovarsi.

Domenica è come se iniziasse un'altra stagione e tutto il Palermo, soprattutto l'attacco, deve darsi una scossa per riprendere la marcia là dove l'ha iniziata quel 1 settembre, dal Marsala






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *