CESSIONE PALERMO

Arkus, investimenti, Zamparini:
ecco Macaione

Arkus, investimenti, Zamparini: ecco Macaione



 

Il futuro del Palermo Calcio si chiama Arkus Network. Con un precontratto già siglato e un closing in via di definizione, il club rosanero si appresta ad iniziare un nuovo ciclo che vede in Vincenzo Macaione il suo protagonista. Intervistato da Gds.it, l'advisor e banchiere palermitano ha parlato di Arkus, delle prospettive future del club rosanero e del legame con il passato targato Zamparini:

 

YORK CAPITAL

«Il precontratto è un contratto molto corposo e direi un pre-definitivo. Ci sono tutti i presupposti per dire che la Arkus è il nuovo proprietario. Si tratta di fare l’ultima girata di azioni, non vedo motivi ostativi. York Capital? Su questo tema io parlo poco. Più che di una concorrenza si è parlato troppo di soggetti che si reputavano vicini e forse non lo erano poi così tanto. I tifosi e la città hanno pensato che un soggetto (York Capital, ndr) fosse più avanti di noi quando invece era il contrario. Il mio mandato è arrivato prima di York, mi ero mosso prima».

 

ARKUS

«Arkus è un gruppo societario con varie collegate chefattura circa 100 milioni. Un gruppo molto variegato e leader nell’offerta dei servizi ricettivo-alberghieri in tutto il mondo tramite agenzie di incoming, società di eventi e gestioni di hotel e resort di alta gamma. Nell’ultimo anno Arkus ha già fatto diverse acquisizioni e l’ultima è stata quella che ha riguardato il Palermo».

 

FATTURATO

«I soldi ce li hanno in tanti, ma i piani industriali o ce li hai o giochi con i numeri. Abbiamo redatto piani a lungo termine. Siamo soggetti italiani, vicini al territorio, non siamo collegati a SPV estere come altri soggetti che purtroppo hanno danneggiato club e città. Credo che questi siano solo punti a favore, ecco perché sono rimasto perplesso da alcuni commenti che ho letto in giro. In molti pensavano che siccome York gestisce 20 miliardi, allora nelle casse del Palermo sarebbero entrati tanti soldi. Non è così, non è automatico, credetemi».

 

FOSCHI E DE ANGELI

«I ragionamenti non sono così lineari come quelli dei tifosi. Non è che perché ci sono loro due e allora dietro Arkus c’è Zamparini. Nessuno lo vuole, né io e né la nuova proprietà - puntualizza l’advisor palermitano - La sua era è finita, dobbiamo farcene tutti una ragione altrimenti non si va avanti. Foschi e De Angeli sono dipendenti come altri, non possiamo allontanarli in 24 ore. Il closing è stato mercoledì e la nostra priorità adesso sono i numeri e la squadra. De Angeli e Foschi devono solo occuparsi di portare a casa la “bandierina”, che sappiamo tutti qual è (la Serie A, ndr). Abbiamo aspettato tutti per 5 mesi questa risoluzione, la gente non può attendersi che in poche ore si licenzino collaboratori che da anni sono nel club».

 

PROSPETTIVE FUTURE

«Arkus ha un piano industriale generale e complessivo importante. Quello dedicato al Palermo presenta una ‘duration’ di medio-lungo termine, ovvero tra i 5 e i 10 anni. Si parla non solo di ‘governance della società’, ma della realizzazione di un nuovo stadio e di un centro sportivo. Il piano è molto concreto e realizzabile”. Ma Arkus ha le spalle sufficientemente larghe? Deve essere chiaro a tutti che i capitali non sono solo di Arkus. Grazie al mio aiuto e a quello di alcune banche italiane, faremo sedere al nostro tavolo alcuni fondi di investimento. Ecco perché tutta la ‘menata’ di York vale ‘0’. I fondi di investimento sono tanti nel mondo. Accanto ad Arkus possiamo affiancare tre, quattro fondi della stessa portata di York. È quindi preferibile che la società resti italiana e che i fondi di investimento vengano destinati esclusivamente all’attività finanziaria. Affidare la gestione di un club alle speculazione dei fondi internazionali è rischioso».

 

PALERMITANITÀ

«Io sono palermitano e tifoso del Palermo. Amo la mia città e quando è accaduto quello che è accaduto con gli inglesi ho deciso di rendermi disponibile per la causa rosanero. Questo secondo me è un motivo di orgoglio non solo mio ma anche dei tifosi. Non era il massimo dare il club a degli americani che per mestiere speculano. Speculare su una squadra di calcio non è proprio il massimo».

 

PRESIDENZA

«Io sono un tecnico aziendale, non calcistico. Sono stato un advisor, ho esaurito il mio compito. Ma non posso negare che mi è stata proposta la presidenza. Ormai è di pubblico dominio. Adesso però sono ‘in ritiro’ perché sono abbastanza provato dalle trattative. La prossima settimana ci sarà una conferenza stampa. Vedremo».






10 commenti

  1. Risprizziatu 28 giorni fa

    Ogni volta che trasu cca rintra vedu stu rubbinu, e me ne scappo risprizziatu. Mi n xchia, ma stu cristianu non havi avutru chiffari?

  2. Rubini 29 giorni fa

    'Il miglior risultato sportivo possibile' ? Che vuol dire? Vi mettete in bocca ste frasi fatte e vi sembra di dire chissà quali verità. 'Quale risultato sportivo' andate cercando, se neanche guardate la partita? Che tanto so' tutte resche. Avete ascoltato le prime parole di Delio Rossi ( il vostro profeta)? Ha parlato proprio di STADIO, ma per voi chi continua a frequentarlo è SOLTANTO un INDEGNO. Il fatto è che 'il miglior risultato sportivo' la Città lo ottiene a Mondello, con i MAXISCHERMO, quando va in onda la Juventus. Il miglior risultato sportivo ed intanto contate i picciula di Arkus.

  3. Fabio 29 giorni fa

    É stato proprio cristallino..come non spiegare usando tecnicismi come una società con un capitale da 1 mln possa sostenere una che necessita di almeno 50 solo per ripartire. Pure Facile a parole dietro aveva Trump e Putin, chi sono i finanziatori?chi garantisce che ci siano che dopo la vicenda Capital abbiamo capito che il domiciliato fa il cavolo che gli pare?? L'unico dato certo é che arkus non è in grado poi i discorsi su possibili investitori conoscendo i precedenti e il laidume di chi vende lasciano il tempo che trovano e mi auguro che la lega calcio pretenda stavolta le garanzie PRIMA.

  4. Torakiki 29 giorni fa

    Per non parlare del fatto che continua a difendere uno che é condannato per riciclaggio e che secondo gli inquirenti coi conti del Palermo faceva i suoi comodi. Secondo me lo ringrazia pure per gli inglesi che erano il suo ultimo regalo alla città che é stato l'emblema dello squallore del personaggio che mentiva sapendo di mentire.

  5. giuseppe 29 giorni fa

    Foschi, non permettere che vengano girate le quote, il Sig. Macaione parla di nessuna clausola particole sia stata inserita nel contratto, allora mi chiedo perché con York Capital è stato detto che vi era una clausola imprescindibile ,mi sa che la De Angeli abbia scelto questa Srl perché gli hanno garantito il posto a lei all’interno del club, io considero una persona per bene il Sig. Foschi, e visto come sono andate le cose non ha accettato la proposta della Arkus all’interno del club ,per il bene del Palermo chiedo al Sig. Foschi di ritrattare con York e chiudere con loro.

  6. Zio Tibia 29 giorni fa

    Presto verrà il tempo dei fatti e vedremo quanto vali....

  7. AquilaRosanero 29 giorni fa

    Mic a me pare che sia tu scollegato dalla realtà, nessun critico verso il domiciliato ha mai preteso qualsiasi titolo sportivo, solamente un minimo di serietà e la ricerca del miglior risultato sportivo possibile. Null'altro, cosa che da tanti anni mancano da queste parti. La gente credeva di tifare per una squadra di calcio invece era un calesse… per questo si sarebbe un tantino stufata, e ne ha ben donde.

  8. Mic 29 giorni fa

    Quand'e' che il popolino contestatore dello stadio si unisce a quello della tastiera formando un unico gruppo di tifosi veri che si occupano di tifo e si rendono davvero partecipi dei risultati sportivi che di certo non potrebbero essere mai garantiti da nessun magnate? Il PSG la Juve il Real spendono centinaia di milioni ma ciò per nessuna di loro ha garantito neanche la semifinale di Champions.....alla fine di questa storia di Zampa rimangono i risultati accumulati in 17 anni mai prima raggiunti da nessuno, ringraziamo e guardiamo avanti

  9. Rubini 29 giorni fa

    Intervista? Per un'intervista ci vogliono (almeno) due persone.

  10. Lupo 29 giorni fa

    Chiaro e...cristallino

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *