REPUBBLICA

Palermo-Arkus, proseguono
i lavori verso il closing

Palermo-Arkus, proseguono i lavori verso il closing



 

Palermo e Arkus Network continuano a lavorare senza sosta, a Roma e nel capoluogo siciliano, per il closing previsto nella giornata di domani, e mentre il gruppo di Walter Tuttolomondo si difende dalle accuse di riconducibilità ad ideologie di matrice xenofoba all'orizzonte spunta anche il mancato pagamento di un vettore da parte di una delle società appartenenti alla stessa Arkus

 

Come scrive Repubblica Palermo nella giornata di ieri, negli uffici dello stadio Renzo Barbera, si è svolto un consiglio di amministrazione per portare avanti i lavori verso il closing atteso per domani, e nella successiva assemblea dei soci è arrivato il via libera alla cessione delle quote da Daniela De Angeli ad Arkus Network e di conseguenza alla chiusura definitiva dell'affare. Nel frattempo a Roma il gruppo di Walter Tuttolomondo si è occupato della situazione relativa al deferimento del club rosanero, esaminandone tutte le possibili evoluzioni ed elaborando un piano operativo per ogni potenziale scenario. Fra gli argomenti trattati nelle riunioni di ieri anche il perfezionamento dell'organigramma che da domani prenderà possesso degli uffici del Palermo

 

Intanto Arkus si difende dalle accuse di vicinanza ad ideologie xenofobe. Nella giornata di domenica Sinistra Comune aveva diffuso la notizia di rapporti finanziari fra il gruppo di Tuttolomondo e ambienti legati all'estrema destra, definendo Arkus una "holding neo-nazista", ma con un comunicato ufficiale diramato ieri è arrivata la pronta smentita da parte dei diretti interessati. "Non c'è alcun collegamento – si legge nel comunicato – fra questo gruppo e componenti di matrice xenofoba. Sono voci destituite di ogni fondamento e non trovano alcun riscontro nei pubblici registri e men che meno nel Dna personale e culturale dei suoi esponenti. Sono state divulgate fake news in assenza dei riscontri oggettivi". E mentre Walter Tuttolomondo si prepara a tutelare la propria immagine e quella del suo gruppo spunta anche la grana Neos, il vettore non pagato dalla società di Arkus Partours, con il gruppo Neos Airlines che ha comunicato all'Enac l'insolvenza e fermato i voli charter per il tour operator. 


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

ALTRI ARTICOLI

 

PALERMO-ARKUS, AFFARE FATTO

 

IL PALERMO CHE VERRÀ: COS’È ARKUS NETWORK

 

IL NUOVO PRESIDENTE DEL PALERMO? PARLA MACAIONE






9 commenti

  1. Yes 22 giorni fa

    Sempre grazie a Maurizio è pure alla de Angeli

  2. Yes 22 giorni fa

    A Cava ci vai tu. Io ho già dato. Una volta ci credevo veramente. Oggi non ci posso credere più perché so che non ne vale la pena. Non si meritano un tifo vero è genuino come era il nostro, senza politica, senza false è costruite appartenenze. Solo entusiasmo e spinta alla stadio. Non se lo merita più questo calcio italiano. Faranno a meno di noi e noi faremo a meno di loro. La prossima rinascita è roba per una nuova generazione di ragazzini ingenui, non per me o per quelli come me

  3. giuseppe 22 giorni fa

    Da tifoso , devo dire che adesso è finita gli architetti della distruzione hanno realizzato la loro opera , e credo che siamo soddisfatti di aver raggiunto il loro obbiettivo( De schifis, Zampaschifis, Etc) fare fallire il Palermo Calcio, unica e vera passione di noi Palermitani , spero solo che la giustizia vi perseguiti fino alla fine , per tutto quello che avete commesso nei confronti del Palermo e dei Palermitani

  4. giuseppe 22 giorni fa

    Spero fino alla fine che il Palermo passi alla York Capital, se ciò non avviene prepariamoci a giocare in serie C, i segnali della lega sono stati chiari anche per come il Palermo ha scelto di dare la Società di poco conto, sarebbe stato diverso se il Palermo fosse stato ceduto alla York, la lega non sarebbe scesa così pesante nei confronti del Club, prepariamoci a rivivere le annate quando andavamo a Battipaglia o a Cava dei Tirreni per vedere le partite, rimare il dolore di aver inseguito un sogno che non sappiamo quando si potrà realizzare Vergogna Palermo non merita tutto questo

  5. Il Moro 22 giorni fa

    Premesso che a me di destra e sinistra frega nulla, detto ciò direi che la serie A è da dimenticare(PURTROPPO x FORTUNA E SCUSATE IL GIOCO DI PAROLE), i punti di penalizzazione mi sembrano scontati 9? 18?e non è da escludere serie C e magari punti di penalizzazione anche x la C 9?....e di contro abbiamo un gruppo che nn gli frega nulla e va avanti col rischio della C e un debito buco tra pseudo crediti chenon esistono appunto e debiti reali di almeno 60 milioni....????? IO VORREI CREDERE MA NON CI RIESCO....buon primo maggio

  6. Yes 22 giorni fa

    Picciotti levateci mano. È partito il treno verso il fallimento. Leggetevi il deferimento. Stanno prendendo a volo l occasione. Verremo arrotati, solo noi. Stiamo solo allungando l agonia. Faremo giurisprudenza come nel 1986. Noi su certe cose arriviamo storicamente primi. Mollateli tutti. Hanno giocato e continuano a giocare sulla passione della gente ed a trattare la storia di un club come carta straccia, l unica cosa che fa di questo sport una cosa speciale, nel cestino. Lasciateli giocare. Non vale la pena. Donate la vostra passione ad altro

  7. Torakiki 22 giorni fa

    Certo il domiciliato ha premura.. altrimenti corre il rischio commissariamento

  8. Aggregazione galattica lame rotanti 22 giorni fa

    Il NEO-Palermo volerà.

  9. Uno, Nessuno e Centomila 22 giorni fa

    Alla faccia dei Lotito, De Laurentiis e soci di circoli in di Roma che vorrebbero taroccare i campionati mettendo su delle vere e proprie holding di squadre controllate ...

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *