RASSEGNA STAMPA GDS

Palermo, adesso prenditi la B

Palermo, adesso prenditi la B

L'edizione odierna del Giornale di Sicilia non può che parlare dell'evento di stasera.
 
Stasera il Palermo si gioca, in 90 minuti e forse più, il ritorno in cadetteria: l'/
    /tima partita di serie B è stata contro il Cittadella nel 2019, quando i rosa si qualificarono per i playoff mai giocati a causa delle vicende societarie. Dopo è arrivato Dario Mirri, che in un eccesso di entusiasmo aveva parlato di A in 3 anni, ma tornare anche in B dopo solo 3 stagioni sarebbe un grande ris/
      /tato, specialmente se accoppiato alla cessione in mani sicure.
 
Sarebbe la vittoria di Mirri, ma anche di Sagramola, di Castagnini e di Silvio Baldini. Il tecnico ex Carrarese può chiudere un cerchio, e prendersi una promozione che gli manca dopo il 2004. Baldini ha rivoltato una squadra insicura, facendola diventare una macchina da trasferta con 6 vittorie consecutive lontane dal Barbera, praticamente un record. Un uomo, prima che un allenatore, legatissimo alla città e all'ambiente, che per questo lo ama incondizionatamente.
 
Oggi il Palermo avrà di fronte un avversario forte ma non imbattibile: se correrà meglio e starà attento, può davvero farcela.





4 commenti

  1. Bugia 14 giorni fa

    Ricordo a 1% che con il Padova saremmo gemellati, si vede che ne sa poco delle cose rosanero.

  2. Stefanuccio 17 giorni fa

    11 11 11 LEONI NOI VOGLIAMO 11 LEONI

  3. Paolo 17 giorni fa

    Si ci prenderemo la B alla faccia del troll catanese che si finge tifoso del Palermo e molesta gli utenti tutto il giorno e apprezza Oddo e il Padova. A catania state scoppiando per l'invidia. FORZA PALERMO!!!

  4. Agg Egazione Galattica Lame Otanti 17 giorni fa

    ''Un’esperienza specchiata e trasparente di oltre quarant’anni nel management calcistico ad alti livelli e la certezza di poter scalare le categorie nel minor tempo possibile per riportare in tre anni il Palermo in Serie A''. Così scriveva il Presidente Tifoso in Gradinata sotto la Pioggia nel 2019 e, nella visione fideistica delle decine di sostenitori cuorapparteniani, la massima divisione è già raggiunta. #ci.siamo.davvero

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *