Nel Palermo del caos, l'ottimismo si scontra con il pessimismo. Corini rosa, Zamparini nero




In questo Palermo in confusione, c'è chi vede rosa, e crede ancora in una possibile salvezza, come Corini ed i giocatori, mentre invece c'è chi è in preda al pessimismo più nero, come Zamparini, che da quello che dice fa capire che ritiene la squadra già in serie B. Ecco l'atteggiamento di Corini: «Possiamo ancora recuperare. Credo alla salvezza, so delle difficoltà, ma i sette punti di distacco dalla quartultima non devono spaventarci. Il campionato è difficile ma gli uomini veri si vedono nelle difficoltà. Posso garantire che lotteremo, daremo filo da torcere a chiunque, non lasceremo nulla di intentato». Zamparini invece paragona il Palermo al Titanic, e lo ritiene che sia già affondato. Infatti nell'intervista a Radio Kiss Kiss pubblicata ieri (leggi QUI), ha espresso il suo punto di vista sulla situazione che sta vivendo la squadra in questo momento, e lascia intendere che per lui il campionato è già finito: «È difficile mettere a galla una barca naufragata che ha preso un iceberg. Corini non c’entra, è tutta la stagione che è così. Sia in squadra che in conduzione della società ci sono delle difficoltà». La speranza è che i ragazzi riescano davvero ad andare avanti con  lo stesso clima che hanno  trovato nella scorsa stagione, quando con un 'patto d'onore' riuscirono a salvare la squadra dalla retrocessione, e sconfessare anche quest'anno questo presidente che nelle ultime stagioni, sia nelle parole che nei fatti, dà l'impressione di remare contro.