INTERVISTA

Miss Palermo è
tifosa: l'intervista

Miss Palermo è tifosa: l'intervista



Giovanissima e bellissima. Questi sono soltanto due dei superlativi che possono descrivere la protagonista del nuovo appuntamento della rubrica L'Opinione in rosa

Stiamo parlando di Sofia Tumminia, diciassettenne palermitana eletta Miss Città di Palermo.

Sofia è una studentessa che come tutte le ragazze,  ha mostrato di avere una spiccata passione per la moda, non immaginandosi però che questa passione potesse trasformarsi un giorno in un sogno ad occhi aperti.  

«È iniziato tutto per gioco, grazie ad un'amica che collabora con l'agenzia Vanity Models, fu lei a dirmi che cercavano delle ragazze ricce. All'inizio sinceramente non me la sentivo, ma alla fine ho deciso di andare a fare i casting».

Un Corpo longilineo, uno sguardo magnetico e una capigliatura mediterranea e folta rappresentano il perfetto biglietto da visita non solo per la moda ma anche per i concorsi di bellezza. 

Sfida accettata e vinta da Sofia che è così riuscita, ad ottobre scorso, ad accaparrarsi il titolo di Miss Città di Palermo.

«Mi sono iscritta al casting di presentazione e poi successivamente ho superato le tre selezioni ad eliminatoria. Sinceramente non mi aspettavo di vincere, dato la bellezza delle altre concorrenti. Dopo il concorso ho vinto diversi premi, tra cui un anno di studi presso un'accademia teatrale. Dopodiché sono arrivati vari lavori, tra cui cataloghi anche a livello nazionale e la TV.  Ancora non so se farò questo mestiere anche da grande perché è molto impegnativo ma, allo stesso tempo, vorrei riuscirci impegnandomi di più».

Un riconoscimento quello di Miss che la lega ancora di più al capoluogo, insieme alla passione per i colori rosanero.

Sofia è infatti tifosa del Palermo.

«Ti dico la verità, da bambina non pensavo di certo al calcio, ma negli ultimi anni ho imparato l'amore per la squadra della mia città. Ricordo che quando andai allo stadio la prima volta rimasi davvero affascinata dal clima, fu davvero una bella esperienza».

Abbiamo chiesto a Sofia inoltre, cosa pensa a proposito della questione retrocessione e del cambio societario: «Non penso che la retrocessione possa davvero essere un difetto, nel senso che il passaggio in Serie B non pregiudicherà il mio tifo, perché l'amore per la squadra della mia città non cambierà. Penso anche che il cambio di società possa portare più possibilità al Palermo, speriamo bene». 





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *