TRM

Mirri: «Non si vincono i
campionati ad agosto»

Mirri: «Non si vincono i campionati ad agosto»




Dario Mirri, ai microfoni di TRM, ha rilasciato alcune dichiarazioni su quella che sarà la prossima stagione del Palermo FC. Queste le parole del Presidente:

 

IL PROSSIMO CAMPIONATO
"Ad agosto sarebbe troppo facile vincere i campionati. Serviranno otto mesi di sacrifici, adesso è troppo presto. Io credo che serva un forte equilibrio, che noi tifosi non possiamo avere. Ho visto titoli di giornali come se avessimo vinto la Champions League: non è così. Quello che serve per vincere è tutto l'opposto: non serve il grande campione".

 

CALCIOMERCATO
"Sono venuto qui a gennaio, in pieno mercato, e si discuteva l'attaccante. Giornalisti importanti stavano a spiegarmi quali sono gli attaccanti bravi e quali no e nessuno mi parlava di Lucca. Parlando di ora, la carriera di Terranova parla da sé ma un difensore da solo non può cambiare la storia di un campionato. Stiamo costruendo una squadra imparando gli errori: ricordiamo di essere nati solo due anni fa. Speriamo in questa /

    /tima settimana di migliorare ancora la squadra".

     

    ABBONAMENTI
    "Conosco bene i tifosi del Palermo, che sono parte della tifoseria. Siamo andati a Roma in 40mila, abbiamo riempito lo stadio nella prima stagione di A nel 2004. Ricordo degli oltre 10mila abbonati solo 105 hanno chiesto il rimborso. Ho visto tutta la loro passione e anche io mi sento parte della tifoseria".

     

    PUBBLICO
    "Credo che con il pubblico non avremmo perso sette partite in casa, che è stata una mortificazione. Posso raccontare che, diversamente da quel che si dice, i tifosi possono fare gol. I nostri giocatori aspettano con una certa ansia il pubblico: alcuni nuovi acquisti non riescono ancora a capire l'incidenza del pubblico. Domenica potremo dimostrare come i tifosi possono cambiare le partite".

     

    PROBLEMATICHE ABBONAMENTI
    "I posti disponibili, innanzitutto, non sono solo 2500 ma 18mila. Possiamo fare quello che nessuno ha fatto in Italia, perché neanche l'Inter ha riempito lo stadio. Ci sono tanti altri modi per sostenere la squadra, con i gadget e le magliette. Chi compra il biglietto anziché l'abbonamento è comunque parte del progetto. Stasera lanceremo un progetto con abbonamenti virtuali per i fuori-sede, che consentiranno di avere alcuni benefit".
     





1 commento

  1. Aggregazione galattica lame rotanti 12 giorni fa

    La Herahoraniese poi non li vincerà mai più, almeno di ritornare all'avventura dei Dilettanti.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *