GAZZETTA DELLO SPORT

Mirri stringe il Palermo:
«Momento straordinario»

Mirri stringe il Palermo: «Momento straordinario»



 

 

La prima conferenza stampa del Palermo post Covid ha visto protagonista il presidente Dario Mirri. Tra i temi trattati, ampio spazio alla questione Tony Di Piazza.


LEGGI ANCHE: I PUNTI CHIAVE DELLA CONFERENZA DI MIRRI


La Gazzetta dello Sport oggi in edicola riporta proprio le parole di Dario Mirri, soffermandosi sulla questione del capitale sociale da versare:

«Nessun dubbio o preoccupazione, è un momento straordinario per il Palermo, che mai nella storia ha avuto un capitale di quasi 7 milioni interamente versato, con la quota di Di Piazza che verrà versata entro domani (oggi, ndr) - afferma Mirri -. Una cassa che permette la prospettiva di un anno, considerando che la differenza tra costi e ricavi prevista è di 6 milioni. Prevediamo tra i 4 e i 4,5 milioni di ricavi, il budget di un anno fa è stato confermato dal Cda e la differenza è già dentro. Le prospettive sono eccellenti, non ci saranno modifiche alle quote, a meno che Di Piazza non voglia vendere. Abbiamo un eccellente amministratore che è Sagramola e si prosegue sicuramente insieme, fatto salvo ciò che riguarda Di Piazza».

 

Tra budget e screzi societari, l’obiettivo di Dario Mirri è di andare avanti e costruire, insieme a Rinaldo Sagramola, una squadra competitiva per il prossimo anno. La preparazione, alla luce dei campionati ancora in corso e delle date di mercato, comincerà con molta probabilità ad agosto, così da dare il tempo alla società di preparare il tutto con calma e trattare con le squadre di appartenenza de giovani.


ALTRI ARTICOLI

 

MIRRI: «ABBIAMO ONORATO I NOSTRI IMPEGNI FINO ALL'ULTIMO»

 

VICENDA DI PIAZZA, MIRRI: «IL PALERMO NON È UN GIOCATTOLO»

 

STADIO, CENTRO SPORTIVO E MAGLIE: PARLA DARIO MIRRI

 

«IL NUOVO ALLENATORE DOVRÀ PORTARE SPETTACOLO AL BARBERA»






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *