Mirri segue Foschi: «Crowdfunding non più necessario» - Forza Palermo Calcio Giornale
COMUNICATO

Mirri segue Foschi: Crowdfunding
non più necessario»

Mirri segue Foschi: «Crowdfunding non più necessario»



 

Dopo il comunicato in data odierna di Rino Foschi è arrivata la risposta di Dario Mirri, che conferma la tesi del presidente del presidente del Palermo sulla mancata necessità di far partire il crowdfunding per pagare gli stipendi di marzo:

 

Ecco le parole di Dario Mirri:

 

Il comunicato del presidente Foschi toglie ogni preoccupazione sull’imminente scadenza per il pagamento degli stipendi di marzo: tutti tiriamo un sospiro di sollievo. Con emozione avevamo subito apprezzato la generosa disponibilità di tantissimi tifosi pronti a sostenere la squadra ognuno a suo modo, mettendo a disposizione risorse, lavoro e impegno personale: possibili testimonial del mondo della cultura e dello spettacolo, professionisti, imprenditori, rappresentanti istituzionali a vari livelli ma anche semplici sostenitori, si erano fatti avanti, tutti uniti dallo stesso nostro amore per la maglia. A tutti loro vanno i nostri ringraziamenti, ora che la campagna di crowdfunding  da noi immaginata appare non più necessaria, grazie alle rassicurazioni della società. E l’ultima cosa che avremmo voluto con questa iniziativa sarebbe stata quella di distrarre la squadra con la nostra preoccupazione nel trovare una soluzione per amore del Palermo.

 

Siamo felici e orgogliosi che l’impegno che ci siamo assunti reciprocamente nella notte di domenica scorsa si sia rivelato determinante per un cammino comune verso l’uscita del Palermo da una situazione di grande difficoltà. Da lunedì saremo a lavoro per svolgere il nostro ruolo di concessionari per la pubblicità del Palermo Calcio e ancora al nostro posto, da tifosi, come sempre sugli spalti del Barbera. E proprio come tifosi, ancor prima che come partner commerciali, siamo impazienti di accogliere il più presto possibile i nuovi compratori, che siamo certi, eviteranno al nostro Palermo nuove ansie e rischi di penalizzazione a breve e lungo termine. Nel frattempo aspettiamo di avere dal Palermo un quadro completo della documentazione societaria, sempre più urgente per completare la due diligence in corso






10 commenti

  1. consiglio 181 giorni fa

    Signor Mirri, mi permetto di dare un consiglio: attivi i suoi avvocati per ptetendere che il periodo di prelazione inizi SOLO alla ricezione di tutta la documentazione. Altrimenti quella che le hanno concessa sarebbe la solita furbata del duo Foschi-Zamparini.

  2. rosario 182 giorni fa

    Le dichiarazioni di Mirri sono molto ironiche e come scrivevo ieri Rino deve stare attento a come si muove perchè quel pizzico di credibilità se la sta giocando e poi la gente è stanca ne ha piene le palle del friulano basta dobbiamo voltare pagina nel bene e nel male.

  3. AquilaRosanero 182 giorni fa

    E niente...Praticamente i soldi provengono da una eredità, una ricca prozia senza figli, ci lassò tutti i picciuli al nipote del cuore, Rinuccio Loschi. Quando si dice...corpu ri culu ! Fino a l'altro ieri puzzavano tutti di fame ed oggi bevono champagne...mica le cose possono andare sempre storte, no?

  4. Yes 182 giorni fa

    Semplice: se la società passa di mano, o è in procinto di passare, vengono dai nuovi proprietari, se no vengono da Zamparini, tertium non datur. Nella fattispecie c è stato uno scambio, secondo me piccato, tra i due, del tipo...ti stai allargando troppo, da un lato... Non c è problema, mi faccio i azzi miei, ma ti ricordo che ho la prelazione e mi devi ancora mandare i documenti, dall altro. Libera interpretazione.

  5. Zio Tibia 182 giorni fa

    Ma andare a fare il proprio lavoro e chiedere cosa è accaduto rispetto ai giorni che precedettero l investimento di Mirri? Eppure la domanda che una città intera aspetta non può ancora essere formulata? Giornalisti riusciamo a contattare Foschi e chiarire la vicenda? Grazie!

  6. Torakiki 182 giorni fa

    Ma al compare del friulano questa qualcuno può chiedere perché non tirano fuori i documenti??

  7. gaetano 182 giorni fa

    Anche Mirri se ne strafotte e non gli chiede da dove provengano i soldi per saldare gli stipendi..tanto lui oramai la concessione per quattro anni l'ha beccata. Vergogna plurima. In quanto ai giornalai palermitani. dormono sonni beati..

  8. CiuridduScaiNius24® 182 giorni fa

    Jajajajjajajajajajaja inkia ma in viale del fante cè il virus della Tramezzinite alias sindrome del cambiare argomenti in pochi giorni? jajajajajajja ci hanno rimesso la faccia commercialisti, giudici, attori, manager, e ora ci sta provando pure Pirri. Cè i muoriri chiunque viene sfiorato o toccato dal Predator friulano ci rimette le penne. Arrivò il fax delle cose da dire ed ecco qui che la società è sana e non ha bisogno di niente. Domani diranno che ci voglio 50 milioni o falliamo. Gentaglia!!!

  9. wert 182 giorni fa

    Il friulano non molla..........se la squadra va in serie A.........il traffichino rientra.......

  10. Vi prendono per fessi 182 giorni fa

    La società paga ? Mirri, la settimana scorsa era in bolletta la società, e sono venuti a chiederti 2,8 milioni per evitare penalizzazioni. Cos'è cambiato in questi giorni? Chi mette questi altri 3 milioni ? Nessun giornalista fa seriamente il proprio lavoro, cioè chiedere a Mirri e a Loschi come può una società in bolletta pagare gli stipendi, e da dove provengono i soldi che Loschi dice di avere trovato... nelle casse del Palermo (? Ahahahah).

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *