PRESIDENTE

Mirri: «Fino al 30 giugno non
cambia nulla, poi vedremo»

Mirri: «Fino al 30 giugno non cambia nulla, poi vedremo»



Il presidente del Palermo Dario Mirri, ai microfoni della trasmissione "Siamo Aquile" in onda su TRM, è intervenuto s/

    / capitolo cessione societaria, su Tony Di Piazza e s/
      /le dirette concorrenti dei rosa alla promozione in Serie B: 

       

      "Sta per compiersi il piano triennale, che la società Hera Hora aveva progettato. Fino al 30 giugno non cambia n/

      />
    • /la, poi dovremo vedere. Dobbiamo continuare a lavorare: non mancano le manifestazioni di interesse, ma non ci sono al momento dei passaggi successivi. Tutto quello che è intervenuto, come il recesso di Di Piazza, non ha cambiato i nostri piani".

       

       

      LA VICENDA DI PIAZZA
      "Ha fatto ciò che era nelle sue possibilità ed ora è un nostro creditore. Verrà poi stabilito se gli spetta qualcosa: ricordiamo che Di Piazza ha abbandonato il progetto al primo tempo, come fa un tifoso arrabbiato che lascia lo stadio quando la squadra perde".

       

      QUESTIONE POLEMICHE
      "Abbiamo rispetto di tutti, ma pretendiamo rispetto. Io non apprezzo sinceramente i social, come è risaputo, ed è normale che vi siano delle contestazioni. Neanche il Papa ha tutti a favore, a maggior ragione il calcio è dividente".

       

      LE DIRETTE CONCORRENTI
      "Il Catanzaro parte da una squadra fortissima. L'anno scorso hanno fatto i nostri stessi gol, quindi non era colpa del nostro attacco come si diceva. Bari e Catanzaro sono le favorite, l'Avellino è fortissimo e noi siamo sicuramente migliorati. Dovremo dimostrare chi siamo".
       

    • />





2 commenti

  1. Aggregazione galattica lame rotanti 24 giorni fa

    Proporrei un'arancina e una genovese da spedire per posta rigorosamente aerea a New York.

  2. Cartoline da Ballclose 24 giorni fa

    ‘Un tifoso che abbandona lo stadio, alla fine del primo tempo, perché la squadra perde ed è arrabbiato’ . Legittimo. Molto meno chiedere, non so, il rimborso di metà biglietto o quanto serva per andare al cinema o almeno per una bella broscia con gelato (cioccolato e panna abbondante) per addolcire la giornata. Si mette male per Di Piazza, l’uomo del BRAND. Sei milioni in volo, come aquile. E u BREAD con 6 panielli (max) come consolazione. #rigorosamentemafaldina

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *