SESSIONE INVERNALE

Mercato, a gennaio
niente rivoluzioni

Mercato, a gennaio niente rivoluzioni



 

Il mercato invernale per il Palermo non è mai stata una campagna di rafforzamento, ma spesso di indebolimento. Quest'anno - secondo quanto riporta il Giornale di Sicilia - non dovrebbero esserci stravolgimenti, a meno che la situazione societaria non venga stravolta. 

 

Dovesse esserci il passaggio di porprietà si prevede un primo investimento da parte dei nuovi dirigenti, se non dovesse esserci si spera che la squadra non venga smantellata non cedendo i pezzi da novanta che sono stati messi sul mercato questa estate. Adesso la squadra va bene, è prima in classifica e la rosa è coperta in tutti i reparti e potrebbe esserci qualche puntallamento. L'obiettivo di Foschi è quello del giovane Pessina dell'Atalanta, già seguito in estate e che attualmente non sta trovando molto spazio in Serie A anche perché l'Atalanta non disputa più l'Europa League e a gennaio potrebbe aprirsi uno spiraglio. 


LEGGI

Il closing rallenta, rinvio alla prossima settimana


 

In attacco si torna a parlare di Pucciarelli del Chievo, anch'egli sta trovando poco spazio e potrebbe tornare utile se in avanti uscirà qualcuno. Di sicuro non ci sarà alcuna rivoluzione, ma Foschi cercherà di accontentare Stellone e anche qualche giocatore che non ha trovato spazio con la maglia rosanero. Fra gli indiziati a lasciare Palermo soprattutto i difensori Accardi e Ingegneri, i due hanno ancora zero minuti sulle gambe vista la grande abbondanza nel reparto difensivo. I due potrebbero andare a trovare spazio anche in Serie C, ma non è escluso un passaggio in qualche altra squadra del campionato cadetto. Da verificare, infine, la situazione di Lo Faso, il giocatore è reduce da problemi fisici, ma se dovesse capire di non trovare spazio è meglio per lui cercare un'altra squadra dove poter sfruttare al meglio il suo talento.






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *