Mazzotta: «Pronto a ripartire dalla D con un progetto serio» - Forza Palermo Calcio Giornale
INTERVISTA

Mazzotta: «Pronto a ripartire
dalla D con un progetto serio»

Mazzotta: «Pronto a ripartire dalla D con un progetto serio»



 

Tanti giocatori, ormai quasi svincolati, del Palermo si sono accordati con altre squadre, a differenza di Antonio Mazzotta, il quale ha dichiarato di essere pronto a ripartire dalla D col Palermo a fronte di un progetto serio nella sua intervista alla Gazzetta dello Sport.

 

Il terzino sinistro prima si concentra sulla vecchia gestione: "Non c’era fiducia nei Tuttolomondo e in Lucchesi, quest’ultimo reduce da una serie di fallimenti…Anche il tecnico Marino c’è rimasto malissimo come me. Aveva una grande voglia di fare bene - ha detto MazzottaAbbiamo dato mandato all’Aic, attraverso Pomini, di agire legalmente. Questi personaggi non la devono passare liscia. Hanno ferito una città, ma non siamo morti. Sarebbe bastata un po’ più di attenzione da parte di tutti. Si sapeva che Lucchesi veniva da sei fallimenti, Tuttolomondo, poi, ha fatto solo chiacchiere..Avevamo tantissima fiducia in Foschi, appena lo hanno messo fuori a fine campionato abbiamo capito che qualcosa non andava. Nutrivamo qualche speranza nel presidente Albanese, essendo palermitano, ma evidentemente ci siamo sbagliati".

 

RIPARTIRE

"Sono passato dal vivere la mia stagione più bella, perché ero riuscito a tornare a Palermo dopo dieci anni in giro per l’Italia, al dramma più totale…Mi hanno distrutto un sogno. Fallire la stagione e vedere cancellata la squadra della propria città, non lo auguro a nessuno... Restare in D è un’ipotesi che prenderei seriamente in considerazione, se fosse un progetto serio, modello Parma o Bari. É la mia città e mi sentirei obbligato a dare una mano per questi colori. Serve un progetto serio, io lo valuterei attentamente. La città e i tifosi meritano la A. Il bando? Se fosse un soggetto che non ha altre squadre sarebbe un bene, se fosse un palermitano sarebbe più coinvolto, non c’è dubbionon dovremo essere la succursale di nessuno, dobbiamo ambire a stare tra i primi sette posti in Serie AMirri come presidente? Lo vedrei benissimo, dobbiamo dirgli grazie per quello che ha fatto a febbraio, mettendo 3 milioni di euro ed evitando la penalizzazione. E’ il primo tifoso e ci metterebbe il cuore, quello che manca da tempo".


 

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

ALTRI ARTICOLI

 

L'incubo è finito

 

 

Bando Palermo, Mirri e giovani: parla Sagramola

 

 

Ferrero si tira indietro: «Non parteciperò al bando»






11 commenti

  1. Tony 36 giorni fa

    Palermo domina, jajalo lo diceva perché era a scadenza e poi ha firmato con l'udinese quando ancora il Palermo esisteva quindi .. Mazzotta e Accardi avevano il contratto pure per quest'anno quindi non c'era motivo di dire di voler rimanere

  2. Palermo domina 37 giorni fa

    Dov'erano accardi e Mazzotta quando Jajalo, Nestorovski e altri chiedevano di rimanere? Perchè parlano solo ora? Jajalo per un anno intero ha detto che voleva restare a Palermo. Accardi e Mazzotta hanno parlato ora, Jajalo da prima di Natale dichiarava che sognava di chiudere la carriera a Palermo da dirigente. E la società non ci ha sentito. Prima di esaltare gli Accardi e i Mazzotta, pensate che da 1 anno Jajalo (ma anche Nestorovski) chiedevano di rimanere invano.

  3. Palermo domina 37 giorni fa

    Gabriele, veramente molti giocatori palermitani non hanno mai voluto giocare a Palermo. Basta con sto mito dei palermitani. E anche quasi tutti i palermitani in rosa stanno andando via...

  4. noitifosidelpalermo.jimdo 37 giorni fa

    Bravo Mazzotta

  5. Daniele anti truffa 37 giorni fa

    Mille volte meglio la D che un altro anno con questa gentaglia di ladri e truffatori. De angeli, Albanese, Macaione banchiere del Monopoli, Luchesi plurifallito, Foschi che sapeva tutto da anni e parlava a convenienza ma si fregava 800mila euro di ingaggio, i Tuttolomondo che ancora devono spiegare tutto sto tran tran a che fine se non per distrarre l'attenzione da Zamparini. Sono stati pagati per orchestrare tutta questa commedia? Mille volte meglio la D che rivivere questo incubo!!!!

  6. Paolo 37 giorni fa

    Forza Mazzotta, spero che rimane.

  7. Torakiki 37 giorni fa

    La cosa triste é che questi si sono trincerati dietro silenzio.. albanese, macaione lo stesso Foschi non parla più. A proposito quest'ultimo delusione totale prima si è prestato alla farsa inglese poi a quella di arkus. Evidentemente ha preferito coprire il suo amicone ai domiciliari piuttosto che evitare di prendere in giro la città. Uno con uno scrupolo di coscienza si dimetteva . Mi auguro che chi di dovere qualche domanda, perché dopo aver venduto agli inglesi senza un euro replicano con questi altri il dolo mi pare evidente

  8. Maurizio 37 giorni fa

    Andrebbero arrestati e messi in isolamento riguardo a Mazzotta ogni tanto si trova un giocatore legato alla maglia e non ai soldi

  9. del talchè asseritamente conclamato 37 giorni fa

    d'ora in poi mi firmerò sempre così, anziché Fabrizio, ad imperitura memoria dei ridicoli, tronfi e sgrammaticati comunicati degli squattrinati personaggi da operetta che hanno affossato il palermo

  10. del talchè asseritamente coclamato 37 giorni fa

    ha ragionissima.. capisco che per i tuttolomondo possa essere difficile (purtroppo) prendere provvedimenti poiché non tesserati , ma lucchesi, che è nei ranghi della figc, andrebbe radiato!

  11. Gabriele 37 giorni fa

    Se altri giocatori palermitani che militano in campionati di categoria superiore chiedessero di giocare per la nuova Società, non ce ne sarebbe per nessuno!!!

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *