EX ROSA

Mascara elogia Ficarrotta:
«Se sta bene non ha rivali»

Mascara elogia Ficarrotta: «Se sta bene non ha rivali»



 

Nell'edizione siciliana della Gazzetta dello Sport, Giovanni Di Marco ha intervistato Giuseppe Mascara, ex giocatore di Palermo e Catania e rivale dei rosanero. Adesso Mascara è un allenatore dove l'anno scorso è stato alla Sancataldese allenando Ficarrotta, autore del gol decisivo contro l'Fc Messina. 

 

Mascara ha parlato del campionato del Palermo, ma anche di Ficarrotta

 

«Senza dubbio può andare in doppia cifra. L'ho allenato e so di cosa parlo. Ovviamente a Palermo non sarà mai una primadonna, come lo era alla Sancataldese, ma sono convinto che il miglior Ficarrotta non ha rivali tra gli attaccanti del Palermo - ha detto Mascara -. L’unica cosa che mi sento di dire, pur non volendo dare consigli a mister Pergolizzi, è che Luca ha bisogno di continuità per esprimersi al meglio. Più gioca, più prende sicurezza, più sarà importante. Ha delle lacune mentali e lui lo sa. Si è accontentato un po’ troppo nel corso della sua carriera, ma ripeto, con la D Luca non c’entra nulla. Ha perso tanto tempo per strada. È un bravissimo ragazzo, umile e generoso, ma ha avuto troppe pause. Forse doveva mettere su famiglia prima. Essere diventato marito e padre, a mio giudizio, lo ha aiutato. E adesso ha un altro enorme stimolo per fare grandi cose, perché gioca a casa, per la squadra della sua città, con la maglia che ha sempre sognato. Un consiglio a Luca? Ora è il momento di spingere; è la tua chance e non è mai troppo tardi per provare la scalata».

 

SUL CAMPIONATO

«La squadra è forte, anche se è stata costruita in 15 giorni. Devo dire che la nuova società ha avuto il merito di ricompattare subito l’ambiente e i giocatori sono stati bravi ad acquisire subito la mentalità della D. Il Palermo deve fare attenzione solo a se stesso, e non snobbare mai nessun avversario. La D è un campionato difficile e imprevedibile. L’impatto è stato buono, ma i rosanero non devono mai partire dal presupposto che siccome sono il Palermo, vinceranno le partite a prescindere. Credo che il Bari avesse qualcosina in più. Praticamente i pugliesi erano due squadre in una. Chi entrava dalla panchina non era mai inferiore a chi partiva titolare. Antagoniste del Palermo? È difficile fare valutazioni dopo 5 solo giornate. Sicuramente il Licata può far bene, così come l’Acireale che ha mantenuto l’ossatura dell’anno scorso e ha iniziato bene tanto quanto il Palermo. Quello che mi auguro è che sia una corsa tra squadre siciliane e mi sembra che ci siano i presupposti. Cittanovese? Fa la D da 4 anni e ogni anno presenta una squadra giovane con qualche tassello di esperienza. La passata stagione ha fatto bene, chiudendo al sesto posto. È reduce da una vittoria importante col Savoia e sono certo che darà filo da torcere al Palermo. Non verranno in gita, statene certi».


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM


 

ALTRI ARTICOLI

 

Palermo-Cittanovese: le probabili formazioni

 

Serie D, girone I: il programma della 6ª giornata

 

 

Stadio, centro sportivo e caso merchandise: parla Mirri





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *