PRESIDENTE CONI

Malagò: «Il calcio non ha mai
pensato all'alternativa»

Malagò: «Il calcio mai pensato all'alternativa»

IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM

Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

Continua a tenere banco il diverso punto di vista tra la Federazione italiana gioco calcio e il Coni per quanto concerne la ripresa delle attività sportive. In tal senso il presidente del CONI Giovanni Malagò a Il Secolo XIX ha ribadito il suo concetto.

 

Sono il primo a riconoscere la specificità del calcio ma non ha mai pensato ad un'alternativa. Il presidente di Modena volley ha detto che rinuncerebbe a Zaytsev pur di salvaguardare il futuro della società. Invece di pensare a campionati e coppe, pensa al futuro in sicurezza. Il vero problema è il domani, non l'oggi. Non assegnare gli scudetti sarebbe gesto etico? Non parlo di etica ma è palese il bisogno di lanciare un segnale.


 

ALTRI ARTICOLI

 

CORONAVIRUS, MUSUMECI FIRMA L'ORDINANZA. COSA CAMBIA

 

CELLINO SVELA: "RIPRESA SERIE A? ALCUNI HANNO GIÀ FATTURATO..."

 

CALCIO, RIPRENDERE A TUTTI I COSTI. FOGNINI: "SONO MATTI"

 

 





1 commento

  1. Blackmamba 181 giorni fa

    Sarebbe ora che Malagò si facesse da parte in quanto ormai desueto. Lui ''minaccia'' di candidarsi per un terzo mandato e sarebbe una disgrazia. Soggetto per nulla amante dello sport ma solo gestore di eventi e RISORSE PUBBLICHE da elargire. Le olimpiadi invernali do Torino gridano ancora vendetta per gli sprechi e gli abbandoni degli impianti, gli è andata male con Roma dove aveva già tanti strani accordi, ci ha riprovato con quelle del 2026 in lombardia, e per lui al 100% a Tokio ci si andava mentre adesso ROMPE LE PALLE al calcio. Basta siamo stufi di sta gente che ha rovinato lo sport.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *