Lorenzo Barbera su nuovi progetti rosa: aspettiamo closing - Forza Palermo Calcio Giornale
PRESIDENTI A CONFRONTO

Lorenzo Barbera su progetti
rosa: aspettiamo closing

Lorenzo Barbera su nuovi progetti rosa: aspettiamo closing



La passione per Palermo e il Palermo è sempre tanta, l’attaccamento da parte del popolo ai colori e alla città è evidente a tutti. Lo sa bene Lorenzo Barbera che a questa terra è legato tantissimo e ai colori rosanero forse ancor di più. Porta lo stesso nome di quello inciso all’entrata dello stadio in Viale Del Fante. Il nonno Renzo, il presidente del Palermo tutt’ora più amato dai tifosi palermitani, gli ha trasmesso la passione per questi colori, il rosa e il nero e lui spesso si lascia andare a ricordi con una naturalezza che ricorda tanto quella del ‘’presidentissimo’’. Nonostante i diversi anni passati in Inghilterra, Lorenzo è riuscito a tornare nella sua amata Sicilia, dove può vivere da vicino la passione per i colori rosanero. È sempre a conoscenza di ciò che riguarda la ‘’Palermo calcistica’’ e anche di quello che accade ultimamente ai vertici della società; lo abbiamo intervistato e gli abbiamo chiesto cosa ne pensa delle ultime novità, cominciando dal nuovo presidente Paul Baccaglini:

 

 «Io intanto penso e voglio pensare e sperare che dietro questa figura ci sia una grande passione, perché mio nonno Renzo mi raccontava che per avere una città vicina, bisogna dimostrare una passione che stia al di sopra di tutto, perché poi i problemi comunque arrivano, quelli finanziari e altro, ma i risultati pure. Mi piace pensare che Baccaglini abbia passione. Non mi aspettavo una figura del genere, però non mi sono lasciato influenzare da una serie di commenti sul suo aspetto fisico o di altro. Chiaramente si spera abbia le possibilità economiche necessarie per dare onore al Palermo».

 

Cosa ne pensa di questo modus operandi con cui è avvenuto questo passaggio di società?

«È assolutamente nuovo, ma Zamparini per annunciare una cosa ufficiale avrà sicuramente le sue sicurezze. Baccaglini molto probabilmente non sarà solo e questo sarà chiaro alla fine di aprile. Ma anche su questo non posso che tifare e pensare positivo».

 

Il Palermo riuscirà a salvarsi?

«Purtroppo penso sia molto difficile, non so quanto sia dentro l'accordo la retrocessione, ma a me questo non importa perché se c'è dietro una forte passione e determinazione a rendere il Palermo una squadra degna della Serie A, un anno di Serie B non potrebbe fare male, soprattutto se sarà fatto ad alti livelli come l'ultima volta, quando facemmo il record di punti. Certo, mi auguro si salvi subito, ma se dovesse essere un anno di risalita non è un problema».

 

Cosa direbbe suo nonno Renzo ai tifosi palermitani in questo momento difficile per la squadra?

«Mio nonno avrebbe detto le cose di sempre, di stare vicini, di tenere sempre d'occhio i colori, la maglia, il Palermo e la storia del Palermo calcio. I tifosi veri lo sanno che questa è la cosa più importante. Avrebbe anche detto di avere più speranza ed ottimismo, perché il nonno comunque era una persona ottimista che cercava sempre di risolvere i problemi del Palermo».

 

Non poteva non salutare tutti con un sincero e sentito ’Forza Palermo sempre’






1 commento

  1. Roberto D. 23/03/2017

    Lorenzo, colto, garbato e innamorato del Palermo. Tutto suo nonno. E suo papà.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *