MIXED ZONE

Licciardi: «Cresciute nella
ripresa. Ripartiremo da lì»

Licciardi: «Cresciute nella ripresa. Ripartiremo da lì»



Il coach del Palermo Femminile Antonella Licciardi ha parlato in conferenza stampa della sconfitta rimediata in casa per 0-2 contro il Cortefranca. La prestazione non ha convinto l'allenatrice rosanero che ha rilasciato queste dichiarazioni:

 

 

"Primo tempo sottotono, abbiamo lasciato troppo il pallino del gioco pressando senza la nostra consueta aggressività e abbiamo concesso varie occasioni: in una di queste abbiamo preso gol allo scadere con un imbucata ai limiti del fuorigioco. Nella ripresa abbiamo avuto una reazione caparbia, per certi versi disordinata ma siamo state molto attente nella riconquista della palla. Abbiamo concesso qualche ripartenza ma rischiato poco tranne in occasione del secondo gol, anche se lì c’è da rivedere la posizione dell’attaccante. Salviamo comunque il secondo tempo in cui abbiamo dato segnale di aver capito questa categoria che è difficile e alla quale ci stiamo abituando".

 

 

Sono queste le parole di Antonella Licciardi, coach del ASD Palermo, al termine della partita persa contro il Cortefranca per 2 reti a 0.

 

 

"Da lunedì dobbiamo ripartire dalla reazione avuta dopo il secondo goal subito. Aver giocato meglio il secondo tempo rispetto al primo ci fa capire che il problema non è a livello di corsa ma di fisicità dove soffriamo parecchio anche per una questione di stazza differente delle nostre avversarie. Ritrovare le nostre giocate veloci in ci potrà aiutare molto e sicuramente da lunedì ripartiremo preparando una partita importante contro il Tavagnacco che è una squadra che conosce molto bene questa categoria. Sarà difficile come tutte le partite: dobbiamo andare lì compatte, con la giusta determinazione per cominciare a fare punti" ha concluso Antonella Licciardi.





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *