MIXED ZONE

Licciardi: «Noi alla pari del
Bari. Peccato per la sconfitta»

Licciardi: «Noi alla pari del Bari. Peccato per la sconfitta»



Il Palermo Women ha giocato ieri pomeriggio una partita combattiva presso il campo della Pink Bari, squadra molto esperta prevalsa nel finale con il punteggio di 2-1. Antonella Licciardi, coach delle rosanero, ha parlato così ai microfoni del club al rientro dalla trasferta pugliese. Queste le parole di Licciardi:

 

A VISO APERTO

 

“Abbiamo affrontato a viso aperto una squadra che ha come obiettivo quello di risalire subito nella massima serie. Noi ce la siamo giocata a viso aperto, dimostrando grande coraggio e una buona organizzazione di squadra”.

 

 

GIOCATO COME SAPPIAMO FARE

 

 

“Se dobbiamo fare un ragionamento ai punti dico che le occasioni create dal Bari sono superiori rispetto alle nostre, anche se non abbiamo mai avuto la sensazione di essere sovrastate. Il vantaggio raggiunto alla fine del primo tempo poteva in qualche modo condizionarci, ma nel secondo tempo siamo scese in campo giocando come sappiamo fare” continua la Licciardi che nell’analizzare la partita non omette le differenze tra le due squadre soprattutto nel piano fisico.

 

PROBLEMI NELL'UNO CONTRO UNO

 

“Nell’uno contro uno abbiamo maggiormente sofferto e su questo ci stiamo già lavorando e i margini di miglioramento sono altissimi. Le qualità tecniche dell’avversario hanno fatto la differenza considerando i tempi di gioco propri di questa categoria”.

 

 

POSSESSO PALLA

 

“Posso sicuramente affermare che ho ricevuto buone risposte dalla nostra organizzazione di gioco che a tratti è stata anche superiore a quella loro” ha proseguito la coach rosanero, evidenziando come le avversarie abbiano più volte preferito le giocate lunghe rispetto al possesso palla.

 

 

AMAREZZA PER LA SCONFITTA

 

“Ci avevamo creduto mantenendo un vantaggio sino alla metà del secondo tempo e il pareggio sino a 7 minuti dalla fine della gara, in un momento poi dove si era esaurito l’arrembaggio da parte delle padrone di casa” afferma Antonella Licciardi che conclude analizzando la rete che ha decretato la sconfitta delle sue ragazze.

 

 

L'ERRORE SUL SECONDO GOL

 

“Nel secondo goal sono presenti degli errori di scalate verticali e un grosso errore di copertura della profondità da parte di un nostro difensore della catena di sinistra”.





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *