La sfida
al Colosseo

La sfida dentro il Colosseo

 

"Noi non siamo napoletani".

Come a volersi sdoganare da uno stereotipo: piazza troppo calda, quindi non si vince.

URBI et ORBI: di scudetti.

16 anni, da quando il 'Pupone' smise la tunica per indossare la toga rosso porpora, ormai consunta dal tempo.

Una stella troppo luminosa, al suo ultimo barlume: le speranze le ha offuscate tutte, perfino "Capitan Futuro", che è rimasto tale.

Perfino Sabatini, l'uomo che fuma, ha gettato la spugna: la caccia ai talenti come quella per gli X-Files.

Anni passati invano per dare il giusto gregge al suo Pastore.

Noi avevamo sia l'uno che gli altri: ci è rimasto soltanto Cesare, ma sembra sempre più Caligola.

E domenica l'Olimpico sembrerà il Colosseo: ne uscirà un Palermo sempre più piccolo oppure la solita "Rometta".

 

L'autore cura la pagina Facebook "US Città di Palermo History"






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *