EDITORIALE PROSSIMO AVVERSARIO

La Reggina di Inzaghi è
una squadra nuova e temibile

La Reggina di Inzaghi è una squadra nuova e temibile



Di Peppe Musso

Per conoscere segreti e velleità della nuova Reggina di Pippo Inzaghi ci vorrebbe più di quanto visto nelle prime tre giornate.
 
Stiamo parlando di una squadra che durante l’estate ha attraversato una crisi societaria pericolosissima, che fortunatamente si è risolta nel migliore dei modi (a farne le spese è stato mister Stellone, prima dell’arrivo di Inzaghi). Superata la tempesta però, gli amaranto hanno imbastito un mercato di prim’ordine, che ha visto arrivare s/
    /lo stretto giocatori del calibro di Gagliolo, Canotto, Majer, Santander fino all’/
      /timo importante colpo messo a segno s/
        / finale, ovvero il centrocampista Hernani. Proprio come il Palermo, stiamo parlando di una formazione molto diversa da quella della passata stagione.
 
Anche l’allenatore non ha bisogno di molte presentazioni: Filippo Inzaghi nonostante la giovane età vanta già un’ottima esperienza in B, avendola anche stravinta col Benevento. Possiamo stare tranquilli s/
    / fatto che il 4-3-3 con cui gli amaranto sfideranno, spec/
      /armente, il Palermo, produrrà una partita difficilissima per i rosanero, che avranno bisogno di una grande prestazione per uscire indenni dal Granillo.





Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *