La Covisoc ispeziona il «Barbera» e Orlando chiede chiarezza - Forza Palermo Calcio Giornale
CONTROLLI

La Covisoc ispeziona il Barbera
e Orlando chiede chiarezza

La Covisoc ispeziona il «Barbera» e Orlando chiede chiarezza



 

La situazione finanziaria del Palermo continua ad essere nebulosa anche per gli organi federali. Come riporta Repubblica, gli ispettori della Covisoc sono attesi questa mattina negli uffici del Palermo nella torre nord dello stadio “Barbera”. In viale del Fante, gli inviati dell'organismo che vigila sui conti delle società di calcio professionistiche acquisiranno i documenti relativi al passaggio di proprietà del club da Maurizio Zamparini agli inglesi.

 

«Un po' quello che gli uomini del nucleo di polizia economico-finanziaria della Guardia di finanza hanno fatto nei giorni scorsi negli uffici della stessa Covisoc e in quelli della Lega di serie B - si legge -. Un incartamento, inviato nei giorni scorsi dall'amministratore delegato dei rosa Emanuele Facile a Federazione e Lega di serie B, che il governo del calcio ha definito insufficiente e mancante di due fondamentali requisiti. L'onorabilità dell'acquirente e la solidità economica della nuova società certificata da un primario istituto di credito nazionale».

 

La mancanza di questi requisiti renderebbe nullo, almeno per Federcalcio, il cambio di società e non consentirebbe al Palermo di essere iscritto al prossimo campionato. Un quadro desolante del quale dovrebbe parlarsi oggi a margine del consiglio federale in programma a Roma. Anche il sindaco Orlando si dice preoccupato per la situazione, con un comunicato ha espresso le proprie perplessità e lascia intravedere la possibilità di non rinnovare la concessione dello stadio alla società rosanero già scaduta. 

 

Ed è proprio ad Orlando che un gruppo di dipendenti del Palermo ha deciso di rivolgersi per cercare di fare il punto sulla situazione e chiedere in questa fase così delicata. Secondo Repubblica, il sindaco sarebbe pronto ad affrontare la questione e ad incontrare la delegazione dei dipendenti del Palermo. La gara contro il Foggia non è a rischio, ma se la situazione non dovesse cambiare il disagio potrebbe ripresentarsi nelle prossime occasioni visto che, tra i creditori, ci sono società che lavorano allo stadio quando si disputano le partite.


IMMAGINE  SIAMO SU INSTAGRAM!


 

ALTRI ARTICOLI

 

• PALERMO E LA SUA ITACA: LA MAGA CIRCE, ORLANDO E DE ANDRE'

 

• ESCLUSIVA: ANTONIO PONTE E' A PALERMO. ECCO PERCHE'

 

• ESCLUSIVA, RICHARDSON ANNUNCIA: «GUNNARSSON È DEL PALERMO»






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *