Iscrizione Palermo, il messaggio di Orlando: «Grande confusione» - Forza Palermo Calcio Giornale
IL SINDACO

Iscrizione Palermo, il messaggio
di Orlando: «Grande confusione»

Iscrizione Palermo, il messaggio di Orlando: «Grande confusione»

 

La situazione del Palermo è appesa a un filo, la Lega B deve dare il suo riscontro ufficiale sull'iscrizione al prossimo campionato della squadra rosanero. Intanto, dopo la confusione di ieri sera anche il sindaco di Palermo, Leoluca Orlando, ha detto la sua con un comunicato:

 

«La città e i tifosi hanno il diritto di sapere cosa sta succedendo e le ragioni della eventuale mancata iscrizione al campionato di calcio di serie B - ha detto Orlando - È una situazione di grande confusione alla quale speravamo di non dovere più assistere soprattutto dopo che il Comune di Palermo aveva confermato la disponibilità dello stadio "Barbera". Ci auguriamo che questa confusione non si trasformi nell'ennesima beffa e nell'ennesimo danno per il calcio a Palermo».






3 commenti

  1. Francesco 70 25 giorni fa

    Pink Black,il sindaco ha pienamente ragione.Chi paga le televisioni e gli abbonamenti allo stadio sono i tifosi,pertanto � giusto e doveroso che questi signori diano conto e ragione alla gi� martoriata citt�.Lasciamo la politica a casa e parliamo di calcio.....a noi della politica non frega un emerito c.....o!

  2. mk 25 giorni fa

    Vi stanno a pigliare per il c**o... dispiaciuto per il tifo palermitano.... in bocca al lupo

  3. Pink Black 25 giorni fa

    I palermitani non hanno nessun diritto di pretendere che ALTRI dilapidino i propri soldi per il divertimento dei tifosi. Se vuole evitare danni per il calcio a Palermo, Orlando metta le mani nelle SUE tasche ed organizzi una raccolta fondi tra i cittadini e tifosi, per pagare i debiti e auto gestirsi. In attesa si occupi della munnizza e del degrado che invadono la citt�.

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *