TAGLI

Ingaggi da Serie A: il Palermo
e la «spending review»

Ingaggi da Serie A: il Palermo e la «spending review»



 

Forse quella che si è fermata ad un passo dalla gloria - nella (sportivamente) tragica serata di Frosinone - non era una squadra così forte come certa narrazione l'aveva dipinta durante la stagione. Qualche addetto ai lavori si è spinto oltre, affermando che il Palermo di Tedino (e poi di Stellone) avesse già un organico pronto per la Serie A.

I fatti e soprattutto i risultati ci dicono che non era una considerazione esatta.

I numeri, quelli iscritti a bilancio sotto la voce "Ingaggi", invece, danno forza a quella tesi. Perché il Palermo, come riporta l'edizione odierna del Giornale di Sicilia, ad oggi ha sulle spalle un carico che supera i 15 milioni di euro soltanto per quanto concerne gli stipendi dei calciatori rosanero.

 

Il primo della lista, il più pagato, è Slobodan Rajković: arrivato a Palermo nel 2016, il difensore serbo classe '89 percepisce un ingaggio pari a 650 mila euro netti a stagione (circa 1,3 milioni lordi). L'ipotesi più probabile è che l'ex Amburgo accetti una rivalutazione netta del proprio stipendio, soprattutto se non dovessero arrivare valide offerte per un trasferimento.

Lo segue Mato Jajalo: il bosniaco pesa sulle casse rosanero per 916 mila euro lordi. Il centrocampista classe '88, ha già le valigie pronte e aspetta la prossima destinazione per salutare i compagni. Il Tolosa resta in pole position, ma nella trattativa si sarebbe inserito anche l'AEK Atene.

 

Simili le valutazioni che il ds in pectore, Rino Foschi, sta facendo riguardo la situazione dei "capitani", Nestorovski e Rispoli: l'esterno percepisce un ingaggio di circa 400 mila euro netti, il macedone di circa 220 mila. Se per Rispoli non è ancora detta l'ultima parola, per il numero 30 rosa la porta d'uscita sembra ormai splancata (lo stesso patron Zamparini ha ammesso "Nestorovski sarà ceduto").

Per Ivaylo Chochev, altro "top" per quanto riguarda l'ingaggio con circa 400 mila euro netti, la società potrebbe invece fare uno sforzo, accontentando Bruno Tedino (prossimo al rientro). che vorrebbe ripartire proprio dal centrocampista bulgaro. Partenza certa, al contrario, per Haitam Aleesami: il norvegese pesa per poco meno di 800 mila euro lordi e avrebbe diverse offerte in Italia e non solo.

 

Da "sforbiciare" anche le spese per gli staff tecnici: si tratta la risoluzione del contratto con Roberto Stellone - scrive il GdS. Contratto da 350 mila euro netti che lega l'allenatore romano al Palermo fino al giugno dell'anno prossimo. Sotto contratto anche lo staff di Stellone e di Tedino.

Senza dimenticare l'ingaggio del mental coach, Cannavacciuolo, che ha lavorato con i rosa per due mesi: 60 mila euro netti per il motivatore che ha salutato subito dopo l'esonero di Bruno Tedino.





1 commento

  1. Mau49 05/07/2018

    Una gestione davvero alla Carlona e senza alcun beneficio.Oltre agli introiti di cui attendiamo l'esito dell'esame indagini si aggiungono spese folli . Questo comunque non giustifica la necessità di privarsi annualmente dei pezzi migliori.A soffrire e pagare sempre il Palermo,ridotto a squadretta provinciale.Fallimento totale

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *