UFFICIO STATISTICA PALERMO

In Sicilia impatto virus minore
rispetto a parte del Paese

In Sicilia impatto virus minore rispetto a parte del Paese



Twitter SIAMO SU TWITTER

FACEBOOK SIAMO SU FACEBOOK

 

 

Dal confronto con i dati relativi alle altre regioni e province autonome emerge per la Sicilia e, in generale, per le regioni del Mezzogiorno un impatto più contenuto del Coronavirus.

 

Sono parole del responsabile dell'ufficio statistica del Comune di Palermo, Girolamo D'Anneo. Infatti dallo studio dei dati territoriali relativi al Coronavirus e aggiornati a ieri, traspare che la Sicilia è, in proporzione alla popolazione residente, la seconda regione con il minor numero di tamponi positivi: 58 ogni 100 mila abitanti.

 

Prima dell’Isola - come riportato dal portale PalermoToday - la Calabria (54,8). Il dato medio nazionale, invece, è pari a 311 positivi ogni 100mila abitanti e nelle regioni più colpite si superano i 500 positivi ogni 100 mila abitanti.

Il tasso di letalità (deceduti per 100 positivi) della Sicilia è pari a 7,2, valore che la pone al sesto posto nella classifica di tale statistica.

 

Probabilmente a causa del ritardo con cui il virus è arrivato nelle regioni meridionali. La media nazionale è pari a 29,1 guariti/dimessi per 100 positivi, e il valore più elevato si registra in Umbria con oltre i due terzi (68,2) dei positivi già guariti o dimessi”. Questa la spiegazione riferita dall'Ufficio statistica del Comune di Palermo.


 

ALTRI ARTICOLI

 

DELIO ROSSI: «SE IL PALERMO CHIAMA IN C, IO CI SONO»

 

UN ANNO FA RACCONTAVAMO L'INIZIO DELLA FINE

 

MESSINA, AVERE 100 ANNI E METTERE K.O. IL CORONAVIRUS (VIDEO)

 

LA PROPOSTA SHOCK: FERMARE IL CALCIO FINO AL 2021

 

SERIE C, DUE GIRONI E SEMIPROFESSIONISMO

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *