SETTIMANA CRUCIALE

In aula serve gol di Giammarva
La Gumina si scalda per Bari

In aula serve il gol di Giammarva. La Gumina si scalda per Bari



Tante le date segnate di rosso quest’anno sul calendario dei tifosi del Palermo.

Ma adesso arriva il momento più importante, la settimana cruciale, e per il campionato, e per i destini societari.

 

Prima della sfida al vertice di domenica, al San Nicola contro il Bari, viene la battaglia in Tribunale: domani avrà luogo la prima udienza, là dove il presidente rosanero Giammarva, insieme con gli avvocati del club, avranno la possibilità di presentare le proprie controdeduzioni. La difesa della società rosanero tenterà di dimostrare che i bilanci (presi in oggetto dalla perizia che ha portato all’istanza di fallimento) sono in regola – e che dunque non sussiste l’accusa di falso in bilancio –, che l’operazione di compravendita del marchio non ha generato plusvalenze fittizie, che il patron Maurizio Zamparini non si è appropriato indebitamente di beni societari.

La sfida è alla Procura di Palermo, che il 18 novembre ha depositato l’istanza fallimentare per un buco di circa 70 milioni di euro (in seguito alla consulenza dell’esperto di bilanci Alessandro Colasi): 40 milioni sarebbe la cifra iscritta a bilancio per la vendita del marchio, altri 20 milioni per l’operazione di dimezzamento del capitale sociale.

 

Il presidente Giammarva e la difesa chiederanno una nuova perizia d’ufficio, richiesta che, se venisse accolta, allungherebbe i tempi processuali almeno fino al gennaio 2018. Scenario che vedrebbe il calciomercato rosanero bloccato, in entrata e in uscita.

 

A BARI SENZA NESTOROVSKI. DOMANI L'UDIENZA IN TRIBUNALE

 

E se in società il maremoto non tende a placarsi, anche in campo non c’è da star sereni.

Dopo Chochev, infortunatosi contro l’Avellino e operato una settimana fa per la lesione del menisco, anche Ilija Nestorovski dovrà stare lontano dal prato verde per due o tre partite: lesione di I-II grado del retto femorale destro per il macedone, che ieri si è sottoposto a risonanza magnetica, come Giuseppe Bellusci. Per il difensore si è evidenziato un sovraccarico sulla giunzione mio-tendinea del muscolo soleo destro.

Ci si avvicina al big match del San Nicola con i cerotti: circostanza che non agevola il lavoro di Bruno Tedino, per tutta la stagione alle prese con assenze pesanti e giocatori da recuperare, ma di cui non può fare a meno (come Coronado, che solo ora ha recuperato del tutto gli acciacchi di inizio campionato).

 

La prima decisione che il tecnico friulano dovrà prendere riguarda, ovviamente, il reparto avanzato: chi schierare al fianco del fantasista brasiliano in un match dagli equilibri delicati come quello contro i “galletti”? Trajkovski, gettato nella mischia a sorpresa contro il Venezia, ci ha provato, ma ha deluso. Una costante, da quando è in rosanero, con pochissime eccezioni. Potrebbe essere il turno di Nino La Gumina, dunque. 290 minuti ed un gol in campionato, 75 minuti ed un gol in Coppa: questo lo score del giovane palermitano in questa stagione. Adesso Nino è chiamato a sostituire il capitano nel momento più caldo: perdere contro il Bari significherebbe restare a tre punti dalla vetta e darebbe ai pugliesi il vantaggio dello scontro diretto vinto, in chiave promozione. Quale miglior occasione per dimostrare il proprio valore e ripagare la grande fiducia che il popolo rosanero gli ha dato?

 





15 commenti

  1. GO YANKEE 11 giorni fa

    Ancora nessuno ha risposto a chi bisogna dare soldi. 70 milioni a chi? È mai possibile che questi millantati creditori non si sono esposti in pubblico per dire: zamparini ci devi tot!

  2. Marcello 12 giorni fa

    Con soldi veri Nesto non può valere meno di 10 milioni. Allo stesso modo Belotti, anche post-mondiale, non può valere meno di 50/60 milioni. Il caso più eclatante, in questo momento, è il laziale Milinkovic-Savic, da TransferM valutato 30 milioni, ma molto di più dagli esperti opinionisti di Sky ( "One hundred", ripeteva Caressa, domenica sera, dopo Samp-Lazio).

  3. tifoso vero 12 giorni fa

    ...E quindi Marcello la sola serie A raddoppierebbe il valore e saremmo a 60...ma e' chiaro che mercato alla mano sin da adesso il valore reale non puo' esere meno di 60...considera che in rosa ci sono ragazzi giovanissimi e di indubbio valore...ergo...il super espertone finanziario ha scritto una ...sciochezza...almeno per me...

  4. Palermolibera 12 giorni fa

    Si si Nestorosky 19 milioni...ahahahs ma state giocando con le figurine o con i soldi veri?.. . Vorrei vedere con un'istanza di fallimento il valore del parco giocatori... Miao miao i 4 gatti che se la suonano e se la cantano ormaii ve la giocate con i presenti allo stadio

  5. Marcello 12 giorni fa

    @Tifoso Vero. Transfer Markt dà una valutazione dell'intera rosa pari a poco meno di 30milioni (la più alta per la serie B). Il valore più alto quello appunto di Nesto, valutato però appena 3,5 Milioni. Ps Comunque, Mister 100milioni, il nazionale Belotti, viene valutato 30milioni.

  6. Marcello 12 giorni fa

    650mila Euro, ho visto, ma pare che poi l'istanza sia stata ritirata. @Ciuriddu, è stata ritirata , si o no? A seguire, c'è un'altra punta di iceberg? "...Near, far, wherever you are...." ahahahah c'è i muaririri vieru..."we’ll stay forever this way..." ahahahahah

  7. tifoso vero 12 giorni fa

    Pare che questo super espertone incaricato dalla Procura abbia valutato l' INTERO patrimonio calciatori...udte udite nientepocodimenoche...DICIANNOVE milioni!!!...cioe' forse quanto solo il valore di Nesto...certo, senza esagerare, valutarlo piu' realisticamente 60/70 milioni no vero?..,altrimenti i conti, forse, non gli tornavano...

  8. CiuridduScaiNius24® 12 giorni fa

    @GO YANKEE Ecco un altro fuori dalla realtà. Cè una società olandese che ha depositato una istanza di fallimento per 650.00 euro, ma questa è solo la punta dell'iceberg. Siete patetici e inizio a pensare che ci mangiate con questi imbrogli per mettere in dubbio la serietà dell'inchiesta e difendere un conclamato ladro. E' un "Gomblotto" con lo stigghiolaro e il pamnellaro del borgo per fare fallire il palermo e prenderlo loro a zero spese. Cè i muaririri. Patetici.

  9. GO YANKEE 12 giorni fa

    Perché non si fanno i nomi dei creditori che vogliono i soldi da zamparini? Forse non esistono?

  10. Marcello 12 giorni fa

    Insinuazioni? Intanto dai 120milioni iniziali il buco si è già ristretto a 70, il che vuol già dire che le "carte" della Procura sono tutte da verificare, perché è "ridicola" una tale differenza. Delle altre voci ho già detto, ribadisco che il Marchio del Palermo, unica squadra della quinta città d'Italia, non può valere meno del 10 per cento di quello del Milan o dell'Inter. Quanto ad una nuova acquisizione, non credo che ci sia in città qualcuno disposto a rilevare la squadra, anche se a costo zero. C'è il precedente fallimento, a dimostrarlo.

  11. CiuridduScaiNius24® 12 giorni fa

    @Marcello Ma dove vuoi arrivare con queste insinuazioni e questa difesa a oltranza senza conoscere le carte della procura? Ti rendi conto che siete due/tre qui dentro che rasentate il ridicolo e il sospetto aggiungo io nel difendere una situazione indifendibile. Cè un "Gomblotto", la procura se messa d'accordo con il panellaro di via borgo vecchio per fare fallire il palermo e fargli acquisire la società a zero euro jajajajajjajajjajajajjaj Patetici.

  12. Marcello 12 giorni fa

    Lasciamo perdere, ma intanto si parla pure di radiazione, per "aver raggirato i controlli della Covisoc". Quali controlli?

  13. Eddie-PA 12 giorni fa

    Lascia perdere la Covisoc, che non serve a nulla: vedi i casi Parma, Bari, Latina, Modena, per parlare di quelli piu recenti, tutte regolarmente iscritte salvo poi fallire

  14. Marcello 12 giorni fa

    C'è inoltre la questione Cosovic, Comitato di Vigilanza, a cui è evidentemente sfuggito questo enorme buco nei bilanci del Palermo. Sembra la storia del palo della banda dell'Ortica (cantata da Jannacci) . Faceva il palo, ma era sguercio, non ci vedeva più e non sentiva proprio più niente, però faceva il palo perché " l'era il so meste' ".

  15. Marcello 12 giorni fa

    Alessandro Colasi, esperto di bilanci. Ma la consulenza non era stata affidata alla Price Waterhouse, una della più grandi società di revisione, del pianeta ( ma intanto trascinata in Tribunale, per mancata vigilanza, in relazione alla vicenda MpS)? E poi il "buco" relativo all'istanza fallimentare non era stato quantificato in Euro 120milioni? Cos'è, il buco si è ristretto a 70, è un buco a fisarmonica? Il Marchio, poi. La vendita è fittizia, d'accordo, ma varrà pur sempre qualcosa? Oppure è l'unico marchio debole del calcio italiano, mentre gli altri sono tutti forti, come la Coca Cola?

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *