AI NOSTRI MICROFONI

Il ritorno a Palermo e il futuro
Le emozioni di Bombardini

Il ritorno a Palermo e il futuro. Le emozioni di Bombardini



L'ex attaccante rosanero Davide Bombardini ha raccontato ai nostri microfoni le emozioni della "Notte dei Campioni" e le sue sensazioni per la stagione della SSD Palermo appena iniziata.

 

Mi sono emozionato già alle 13.30 quando sono entrato all’interno del Renzo Barbera vuoto. C’erano soltanto gli addetti dello stadio: quando ho fatto l'ingresso sul terreno di gioco con gli spalti pieni e ho visto la gente in piedi mi sono emozionato, ho pianto.

 

Sul presidente Mirri.

«C’ho parlato poco ma ho visto una persona piena di passione, un tifoso desideroso di riportare il Palermo dove merita di stare. Una persona con un animo buono che vuole fare bene. Tra l’altro si sta giocando tanto, perché non è facile prendere una società in serie D con l’obiettivo di riportarla subito in alto. Serve tanta responsabilità!»

 

Sui tifosi e sul record di abbonamenti.

«I tifosi hanno capito il momento delicato dando fiducia al nuovo progetto e dimostrando la vicinanza alla squadra.

Questo record fa capire che piazza sia Palermo: chiede tanto ma certamente esige i risultati.

Ricordo quando eravamo in serie C o in B avevamo lo stadio pieno: questo rende molto l’idea di quanto sia meravigliosa la piazza rosanero».

 

Infine una promessa.

«Sono sicuro di essere presente per la gara che consentirà alla squadra di essere promossa».






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *