Il Palermo ai giovani?
Solo se sono stranieri

Il Palermo ai giovani? Solo se sono stranieri



 

Si sono chiusi i battenti del calciomercato invernale e anche in questa occasione non sono di certo mancate le polemiche.

Come da copione infatti il Palermo lascia lo Starhotels Business Palace a mani vuote. Quello che però ha colpito i più attenti è stato il trattamento riservato dalla società di Viale del Fante ai più giovani. In molti avrebbero trovato consono il fatto che in caso di retrocessione, un nuovo Palermo si sarebbe potuto erigere partendo proprio dai giovani in rosa. E invece anche in questa occasione la società si è dimostrata poco scaltra. Un mercato che dunque non solo non ha portato gioco d'esperienza nel capoluogo, ma ha anche accantonato l’occasione di creare una squadra in erba e grintosa da piazzare sul campo.

 

Dunque sono stati i giovani, soprattutto siciliani, a pagare le dinamiche del calciomercato senza la possibilità di dimostrare il loro talento in crescita sul campo. Basti pensare ad Accursio Bentivegna, attaccante classe '96 maturato nella cantera del Palermo ma che anche questa volta viene dato via in prestito senza aver la possibilità di esprimersi al "Barbera". Brucia ancora a molti inoltre il non ritorno in città del palermitano Antonino La Gumina. Il giovane attaccante, infatti, benché si sia lasciato alle spalle l'infortunio che lo aveva bloccato per un po', era pronto a tornare in campo e magari perché no tra i rosanero, ma invece anche in questo caso la società ha preferito che il giovane classe '96 rimanesse fuori rosa continuando il suo percorso di crescita nella Ternana. La parabola del figliol prodigo dunque non si è attuata in nessuno dei due casi.

 

L'eredità però dei giovani non è del tutto persa. Se due importanti pedine lasciano Palermo, altre nuove leve avranno la chance di riscattarsi. È sfumato infatti il trasferimento al Sassuolo di Edoardo Goldaniga, che dovrà dunque giocarsi a testa alta un posto da titolare e insieme a lui un altro giovane è pronto ancora una volta a mettersi in discussione con il resto della squadra. Stiamo parlando del difensore classe '97 Giuseppe Pezzella, che ha convinto e continua a convincere con le sue prestazioni in campo tanto da trovare un accordo per un rinnovo fino al giugno 2020.

Infine resta a Palermo anche Simone Lo Faso, che così avrà la sua chance di farsi spazio.

Non resta dunque che vedere quanta grinta e quanto sudore metteranno sul campo questi ragazzi con la speranza che riescano almeno loro a risollevare il morale di una squadra intera.






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *