Il nuovo presidente del Palermo? Parla Macaione - Forza Palermo Calcio Giornale
INTERVISTA

Il nuovo presidente del
Palermo? Parla Macaione

Il nuovo presidente del Palermo? Parla Macaione



 

Uno dei candidati a siedere nella poltrona di presidente del Palermo, dopo la sottoscrizione dell'accordo preliminare, è Vincenzo Macaione. Il banchiere palermitano ha rilasciato un breve commento ad I Love Palermo Calcio su questa possibilità:

 

«Mi fa onore visto le mie origini, nei prossimi giorni incontrerò la nuova proprietà e ne discuteremo - ha detto -. Io penso che i tifosi dovrebbero intanto essere orgogliosi che il palermo calcio resti i mani italiane».

 

A Mediagol ha poi descritto la fase di acquisto e le prospettive della società: «Sono molto contento e soddisfatto del risultato raggiunto, ma sopratutto profondamente orgoglioso, perché da palermitano oltre che da tifoso del Palermo calcio era una vera e propria missione cercare di aiutare le sorti della nostra squadra, adesso sono contento e spero che lo sia anche tutta la città ed i tifosi. Il mio ruolo? Sono stato Global Advisor da entrambe le parti Palermo Football Club Spa e Arkus Network, il mio compito è stato di ricercare e valutare la bontà e la volontà di alcuni investitori nel comprare la Società Palermo Football Club e partecipate, cercando di portarli al tavolo per effettuare prima una due diligence e successivamente iniziare le trattative con la proprietà. Il risultato finale ad ogni modo è stato portato a casa grazie ad un lavoro di team aggregato tra tutti i consulenti e legali che hanno partecipato alle trattative e alla conclusione dell’accordo».

 

COSA È L'ARKUS

«Arkus Network è intanto un gruppo italiano, punto che ritengo molto importante per le finalità di cui stiamo discutendo. Opera nel settore ricettivo alberghiero di alto livello, ha dei partner internazionali di altissimo standing. Ha un fatturato aggregato di circa 100 milioni, ed ha grandi ambizioni sia di gruppo che sul futuro del Palermo Calcio. Sono felice che i sig.ri Tuttolomondo, abbiano avuto vedute più lunghe e concrete rispetto a tutti gli altri competitors al tavolo. Penso che i tifosi e la città debbano essere molto soddisfatti e contenti della nuova proprietà, perché Arkus di sicuro non è un fondo speculativo ed estero ma è un gruppo Italiano creato da imprenditori italiani anzi d’origine palermitana».






10 commenti

  1. noitifosidelpalermo.jimdo 82 giorni fa

    Aspettiamo i fatti, contano solo quelli. Intanto pensiamo ad andare in serie A.

  2. Francesco 70 82 giorni fa

    Semplicemente BUFFONI......

  3. CiuridduScaiNius24® 83 giorni fa

    Attenzione! Battaglione! è asciuto pazzo o padrone, Maccallone jajajajajajjajajaj dice che siamo felici jajajajjaajaj come no siamo in un brodo di giuggiole, abbiamo capito che finalmente c'è stata una svolta in società, Loschi e De Luciferi sono tornati ai loro ruoli originali. D.I.G.N.I.T.A. Z.E.R.O. A.R.R.O.G.A.N.Z.A e P.R.E.P.O.T.E.N.Z.A. tanta. Sono senza vergogna.

  4. Gregmax 83 giorni fa

    Contenti di vedere restare in società il braccio destro di Zamparini? Ma lo avete capito o no che Palermo ne ha le scatole piene di questa telenovela? Basta!

  5. Paolo 83 giorni fa

    Come ho sempre detto quelli che contano sono i fatti, vedremo che faranno questi nuovi proprietari, intnato devono pagare stipendi e debiti, poi in estate il calciomercato..

  6. CiuridduScaiNius24® 83 giorni fa

    Si certo siamo contenti e felici. Senta Macadrone ma dopo avere inserito Loschi e Danieluccia De Luciferi nell'organigramma di questa nuova società, perchè non fate presidente onorario e consulente anche Tramezzini da Vergiate, sareste coerenti no? Non ho problemi a dire che siete una banda di imbroglioni e che il tempo e la magistratura svelerà tutti i vostri sporchi giochi. Che schifo!

  7. federico || 83 giorni fa

    ueee..e come no....stiamo sprizzando gioia da tutti i pori. MA QUESTO Ci è o ci fa ?

  8. Toni 83 giorni fa

    Come non si fa a essere contenti che il feto di domiciliato aleggi nella nuova proprietà?? La preferivamo pure rettiliana basta che non avesse a che fare con quel losco figuro. Ora con i suoi uomini piazzati nelle parti più importanti ricominceranno con la cantilena che lui non c'entra più niente che magari stavolta i giudici abboccano e gli tolgono i domiciliari

  9. federico || 83 giorni fa

    È arrivata la bufera, è arrivato il temporale, chi sta bene e chi sta male, e chi sta come gli par…

  10. Fabio 83 giorni fa

    Contentissimi del fatto che un Palermo in A fattura potenzialmente più della proprietà che lo deve sostenere, Un paradosso economico. E soprattutto contentissimi che la banda del domiciliato rimane a scorazzare

Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *