Il Messina esce sconfitto dal derby dello stretto




La Reggina ha vinto contro il Messina nella seconda giornata di Lega Pro per 2-0. Le reti sono avvenute tutte nella ripresa. Dopo 60 secondi Porcino si incunea nella difesa siciliana e approfitta di una dormita generale avversaria per presentarsi a tu per tu con Russo. Palla sul palo più lontano e Reggina avanti a inizio ripresa. Il raddoppio arriva venti minuti dopo: batti e ribatti in area di rigore, il pallone si impenna e un difensore ospite la tocca con la mano. Il guardalinee se ne accorge e convince l'arbitro a concedere il penalty tra le veementi proteste degli ospiti. Dal dischetto Oggiano non cede palla a capitan Coralli e, piegando le mani a Russo con un bolide che termina all'incrocio. A dieci minuti dal termine i siciliani restano anche in dieci per il rosso diretto a Milinkovic che dà una testata a Botta. Il tocco con la testa, in realtà, è lieve, ma il regolamento non prevede sconti, con Piscopo che espelle l'attaccante peloritano. Da segnalare, in apertura di gara, il brutto infortunio ad Angelo Rea, nuovo acquisto del Messina: l'esperto difensore, tornato in riva allo Stretto dopo 10 anni, è costretto a uscire per una botta alla spalla. Tra sette giorni il Messina proverà a riscattarsi ospitando la matricola Virtus Francavilla mentre la Reggina andrà in Sicilia per far visita all'Akragas






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *