L'INTERVISTA

Iachini: «Venezia-Palermo il mio
derby, sarà partita combattuta»

Iachini: «Venezia-Palermo il mio derby, sarà partita combattuta»



Dalle sue mani è passata l'ultima promozione del Palermo, quella dei record e di una corazzata che ha praticamente dominato la cadetteria con i vari Sorrentino, Vazquez, Dybala, Lafferty e Belotti. Beppe Iachini ha sicuramente lasciato un segno importante nel capoluogo siciliano, sia da giocatore a metà degli anni '90 sia da allenatore, stessa trafila fatta anche nella squadra che lunedì affronterà proprio i rosanero ovvero il Venezia. Partita molto sentita quindi dall'attuale tecnico dell'Empoli, che intervistato da Giovanni Di Marco per la Gazzetta dello Sport ha parlato proprio delle sue esperienze in Sicilia e in laguna e del momento delle due squadre: 

 

«Sì, lo possiamo definire il mio derby. Venezia e Palermo sono due piazze che mi hanno dato tanto, ho fatto il capitano e l’allenatore, sia in Laguna che in Sicilia, raccogliendo ottimi risultati e tante belle soddisfazioni. Ho vinto da giocatore a Venezia e da allenatore a Palermo, sempre con Zamparini. A Palermo mi legano tanti bei ricordi».

 

VENEZIA

«Da un lato mi spiace per Zenga, dall’altro mi fa piacere che Cosmi abbia ritrovato una squadra, lo meritava dopo l’ottimo lavoro della passata stagione ad Ascoli. Per il Palermo sarà ancora più difficile, perché si sa cosa può comportare un cambio d’allenatore. Già non era facile perché il Venezia, al di là della posizione di classifica, ha un buon organico. Mi aspetto un match molto combattuto tra una squadra che vuol tirarsi fuori da una situazione complicata e un’altra che invece punta al successo per consolidare la propria classifica e dare continuità alla vittoria ottenuta con il Lecce».







Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *