PRESIDENTE FIGC

Gravina: «C'è una data
per la ripresa»

Gravina: «C'è una data per la ripresa»



 

 

 

Con l'emergenza Coronavirus in Italia e in Europa, il calcio è dovuto fermarsi e ancora non si sa quando riprenderà il normale svolgimento. Su questo argomento ne ha parlato il presidente della Figc, Gabriele Gravina, intervenuto a Radio 24:

 

«Il rinvio degli Europei era un auspicio condiviso da tutti. Adesso abbiamo maggiori possibilità per posizionare alcune date a maggio e giugno sperando sia sufficiente per la deadline del 30 giugno. Priorità alle competizioni nazionali con possibilità di inserire date internazionali. Sappiamo che i campionati nazionali sono autonomi - ha detto -. Daremo priorità al nostro calendario. Non prendo in considerazione un piano di estrema crisi, mi preoccuperebbe per il nostro Paese. Spingiamo sull'acceleratore dell'ottimismo. Lavoriamo su ipotesi del 2 maggio e di completare i campionati, eventualmente sforando a luglio se non dovessimo farcela al 30 giugno. Chiederemo anche la possibilità, nella malaugurata ipotesi di non riuscire a completare tutto entro fine giugno, che si possa sforare entro i primi 10 giorni di luglio. In caso non si riesca ricorreremo probabilmente all’opzione playoff e playout».


ALTRI ARTICOLI

 

PALERMO, ECCO QUANTO PUÒ COSTARTI L'EMERGENZA

 

CORONAVIRUS, ECCO IL NUOVO MODULO DI AUTODICHIARAZIONE

 

CORONAVIRUS, LA SOLIDARIETÀ ROSA

 

IL PALERMO CERCA UNA NUOVA FORMULA PER LA RIPARTENZA

 

CORONAVIRUS, IL BOLLETTINO DEL 18 MARZO IN SICILIA

 

 






Lascia un commento

I commenti vengono moderati, letti e seguiti post pubblicazione e non a monte. Il materiale o contenuto proposto deve essere conforme con la discussione e la civile relazione tra utenti. La mail non sarà pubblicata. *